L'Algarve è la regione meridionale del Portogallo, con una crescita economica stabile e una buona qualità della vita, nota per le sue spiagge, il golf, la tradizione e l'asimmetria tra i villaggi di pescatori e quelli agricoli ...

L’Algarve è la regione meridionale del Portogallo, con una crescita economica stabile e una buona qualità della vita, nota per le sue spiagge, il golf, la tradizione e l’asimmetria tra i villaggi di pescatori e quelli agricoli …

Algarve, Portogallo meridionale

Algarve è la regione turistica situata nel sud del Portogallo, con una costa bagnata dall’Oceano Atlantico a sud e ad ovest. Riconosciuta come la migliore destinazione balneare nazionale, campi da golf riconosciuti in tutto il mondo e una delle migliori destinazioni di vacanza in Europa, la regione si distingue per la sua grande bellezza naturale, il suo clima attraente e il vasto numero di luoghi il cui patrimonio religioso, storico e culturale è manifesto. L’Algarve è spesso diviso in due parti, il Barlavento e l’Algarve orientale. Barlavento corrisponde alla zona occidentale, integrando località come Albufeira, Portimão, Lagos, Sagres, Aljezur e altri, che si distingue per una regione costiera ricca di scogliere e scogliere che circondano le spiagge di sabbia bianca. Sotavento è la parte più orientale dell’Algarve, che fa parte della zona di investimento Triângulo Dourado (le località di Quinta do Lago, Vale do Lobo e Vilamoura) e località come Quarteira, Loulé, Faro (capitale dell’Algarve), Olhão, Tavira e Vila Real de Santo António, compreso il Parco naturale di Ria Formosa e alcuni dei più acclamati campi da golf della regione. L’Algarve è anche divisa dalla Serra do Caldeirão, la più grande catena montuosa della regione che separa la regione costiera e la barrocal dell’Algarve, accentuando le differenze paesaggistiche dell’Algarve e portandoci dalle lunghe sabbie chiare, delimitate dalle scogliere della costa, al verde naturale della Sierra Algarvia, in uno scenario con vegetazione endemica e luoghi di grande interesse geologico, storico e culturale. Per i più avventurosi, sarà imperativo anche percorrere la Grande Strada Pedonale conosciuta come Via Algarviana, poiché si estende per oltre 300 chilometri, segmentata in parcelle più piccole che collegano, nella sua estensione, Alcoutim e Cabo de S. Vicente. Via Algarviana attraversa i principali punti di interesse di diverse contee dell’Algarve, consentendo una panoramica dell’Algarve. Accanto a questo, l ‘Ecovia Litoral consente momenti di camminata o in bicicletta lungo piste ciclabili e strade sterrate, collegandosi, attraverso un percorso costiero di grande bellezza naturale con una vista privilegiata sulle scogliere, scarpate e il mare, da Vila Real de Santo António a Sagres.

Cosa fare in Algarve

L’Algarve si distingue come meta turistica di riferimento, con una grande varietà di attività adatte a tutti i tipi di visitatori. Tra i punti più suggestivi della regione troviamo le spiagge di sabbia bianca, bagnate dall’Oceano Atlantico con scenari tagliati da scogliere rosse, acque limpide e dune. Molte di queste spiagge sono ricercate a livello internazionale dai surfisti e la costa occidentale, l’area di Sagres, è un riferimento internazionale per il surf. Il golf è un altro degli sport di riferimento in Algarve, con numerosi campi da golf dove possiamo sfruttare alcune delle migliori infrastrutture golfistiche europee. Accanto a questi campi verdi, i paesaggi idilliaci della natura locale evidenziano l’Algarve come destinazione naturale, dove passeggiate nella natura ti permetteranno di entrare in contatto con paesaggi incredibili ed esperienze di osservazione della vita animale, tra cui Osservazione uccelli. Infine, i principali comuni dell’Algarve consentiranno il contatto con la cultura, tradizione e storia locale, attraverso le loro feste, musei con una collezione ricca e diversificata e il vasto patrimonio costruito. E la cucina romagnola, con piatti di pesce fresco tutto l’anno, ricette tradizionali dai sapori di montagna, alla freschezza del mare, tra cui i dolci di mandorle, fichi e carruba.

Comuni dell’Algarve

Mappa dei 16 comuni della regione di Faro, Algarve, nel sud del Portogallo

Ci sono 16 comuni in Algarve, vale a dire Loulé, São Brás d’Álportel, Faro, Olhão, Tavira, Castro Marim, Vila Real de Santo António, Alcoutim, Albufeira, Portimão, Lagoa, Silves, Monchique, Lagos, Vila da Luz, Sagres (Vila do Bispo) e Aljezur. Tutti questi includono parrocchie di interesse e, nel caso di Loulé, comprende le 3 località conosciute come il Triangolo d’Oro del Portogallo.

Triangolo d’oro

Il Triângulo Dourado in Algarve è un nome attribuito alle 3 località di Vilamoura, Quinta do Lago e Vale do Lobo. Una destinazione turistica di riferimento nella regione dell’Algarve per il differenziale di qualità che offrono a visitatori e residenti. Si tratta di resort di lusso che si estendono lungo la costa atlantica, guadagnando fama internazionale come sviluppi turistici di alto livello: Quinta do Lago, Vale do Lobo e Vilamoura. Ricercati da investitori e turisti di tutto il mondo, questi spazi moderni hanno innumerevoli comunità straniere dalle origini più diverse, creando uno spazio multiculturale e multilingue dove la pluralità convive con il lusso, il tempo libero e l’atmosfera sempre festosa. Il Triangolo d’Oro è molto ricercato come destinazione golfistica, destinazione vela, centro ippico, e meta balneare, essendo una destinazione turistica di alto livello, dove noi possono trovare spiagge tagliate da dune e scogliere colorate, un porto turistico con capacità per imbarcazioni fino a 30 metri, e 14 esclusivi campi da golf che ospitano tornei internazionali della modalità.

Loulé

Loulé è una località nella campagna dell’Algarve, che si distingue per il suo centro storico, il patrimonio architettonico e l’atmosfera tradizionale. I punti di interesse includono le chiese dalla facciata bianca, con esempi come il Santuario di Nossa Senhora da Piedade del XVI secolo, il più grande luogo di culto per la Vergine a sud della città di Fátima e che è parte di un contesto verdeggiante, spicca per l’imponente facciata bianca con due campanili e al cui interno possiamo vedere una ricca immagine del XVI secolo, coronata d’oro, conosciuta come Mãe Soberana. Il Castelo de Loulé è un altro punto di interesse, con un’architettura militare medievale, che presenta tracce islamiche originali dell’VIII secolo, spiccano con le torri di Albarran e il museo archeologico integrato, la cui collezione comprende reperti trovati nella regione di Origini moresche, romane e lusitane. Oltre a questo museo, segnaliamo anche altri siti culturali, come la Casa da Cultura de Loulé, situata nell’edificio Duarte Pacheco che promuove alcuni degli eventi artistici più emblematici della regione e il Museo municipale di Loulé, con i suoi numerosi musei, che si concentra sulla storia regionale dalla preistoria alla modernità, senza dimenticare le caratteristiche gastronomiche e architettoniche.
Passeggiando per la città vecchia di Loulé, dal castello al centro storico, troviamo parti della cinta muraria, e in Largo D. Pedro I troviamo Chafariz das Bicas Velhas. Nelle vicinanze, l ‘Eremo di Nossa Senhora da Conceição è un punto di riferimento e, nonostante la sua semplice facciata, custodisce al suo interno pregevoli pannelli ottocenteschi. Il Mercado Municipal de Loulé appare come uno spazio di grande valore culturale e commerciale nella regione, che si distingue per la sua ricca architettura, con influenza neo-araba con arte nouveau, la facciata bianca e rossa, con cupola e finestre moresche , con bancarelle tradizionali di prodotti regionali colorati, come frutta e verdura, formaggi, chorizo, pane, dolci regionali e bancarelle di pesce fresco. Sempre a Loulé troviamo la Statua di António Aleixo, una statua a grandezza naturale del poeta popolare, seduta su una panchina con un tavolo su cui possiamo leggere alcuni dei suoi versi inscritti. Tra gli spazi religiosi di Loulé, segnaliamo il Antigo Convento do Espírito Santo, un monumento del XVIII secolo che ospita la Galeria de Arte Municipal e il Convento de Santo António costruito alla fine XX secolo XVII, la cui semplice architettura capucha accusa la permanenza dell’ordine religioso di San Francisco, dove è attualmente utilizzato per la realizzazione di vari eventi culturali. Tra il patrimonio religioso, si fa riferimento alla gotica Igreja Matriz de Loulé (o Igreja de São Clemente), costruita sopra una moschea, con enfasi sul campanile barocco, adattato dal precedente minareto musulmano. La bellezza naturale della regione può essere vista a Fonte do Cadoiço, un luogo idilliaco nell’ambiente urbano, con una piccola cascata su una laguna e circondato dalla vegetazione.

Altri luoghi di interesse a Loulé

Nel comune di Loulé sono presenti diversi luoghi di interesse naturalistico e culturale che fanno parte dell’itinerario turistico della regione. Luoghi come Rocha da Pena, uno sperone roccioso dove troviamo una ricca biodiversità, paesaggi di foresta e un pendio roccioso. Nelle vicinanze, a Salir, troviamo un borgo dall’ambiente agricolo e sormontato dai ruderi di un antico castello, dove la tradizione prevale nelle leggende e nelle feste. In questa regione, la Fonte Benémola, attraversata dal torrente Menalva, si presenta come un’area paesaggistica naturale protetta, la cui abbondanza acquifera arricchisce la diversità della flora e della fauna in un contesto costellato di mulini, margherite, sbarramenti e levadas che possiamo conoscere attraverso passeggiate nel suo circuito pedonale, e anche la selvaggia Ribeira de Algibre, che troviamo nelle vicinanze, merita una menzione. In questa regione, cultura e natura convivono in Quinta da Tôr, un vigneto e una cantina che porta la tradizione del vino e il sapore dei vini della regione che si estendono alla parrocchia di Ameixial, situata in montagna e il territorio rurale della Serra do Caldeirão, che si distingue per l’ospitalità, i costumi e l’artigianato locale. Nelle vicinanze troviamo la Fonte da Seiceira, una fontana costruita nel XIX secolo, antico luogo di grande importanza per l’approvvigionamento di acqua ricca di ferro, a cui sono attribuite proprietà curative, vicino alla quale troviamo tavoli da picnic. Altrettanto invitanti per le attività sportive troviamo le Piscine Loulé, con diverse corsie interne ed esterne per il nuoto.
Avanzando verso l’Algarve orientale, troviamo la posizione di São Brás de Alportel, un villaggio tradizionale della cultura agricola del sughero, che si estende attraverso la valle, con vista sulle montagne e persino vicino all’oceano. Qui, segnaliamo il Museo del costume di São Brás de Alportel, incorporato in un edificio di architettura borghese, dove la collezione ci mostra i costumi tipici della regione dell’Algarve. Nella stessa località, la Igreja Matriz de São Brás de Alportel, del XV secolo, ricostruita nel XVI secolo e recuperata dopo il terremoto del 1755, ci presenta il raro battistero in marmo, materiale insolito nei monumenti di la regione, e tele seicentesche dipinte di grande pregio, disposte nel presbiterio.

Vilamoura

Vilamoura è una località appartenente alla parrocchia di Quarteira, località balneare nella regione di Loulé particolarmente ricercata per lo stile di vita sano della vita all’aria aperta, gli appassionati di golf e gli appassionati di vela. A Vilamoura troviamo diversi spazi turistici dedicati esclusivamente al golf, tutti rinomati a livello internazionale per la qualità dei loro campi. Il corso Laguna lo esemplifica, essendo un campo a 18 buche, integrato in un terreno costiero relativamente piatto con pochi alberi, punteggiato da ostacoli come laghi e bunker. Dom Pedro Millennium è un’altra opzione, che si distingue per il suo design eclettico, con spazi aperti e punteggiato di pini, che è considerato uno dei migliori campi europei per la pratica dello sport, insieme al Old Course, il campo più antico di Vilamoura conosciuto localmente come “Grande Dama do Algarve”, che si distingue per le sue risorse sofisticate, le pratiche di protezione ambientale e la cura dei suoi fairway, integrati in un ambiente di pini marittimi. Possiamo anche goderci il campo Dom Pedro Pinhal, un campo da golf pluripremiato noto soprattutto per la sua quarta buca, che rappresenta una sfida in più per richiedere un colpo su un lago e un green rotolante. Infine, segnaliamo il Pestana Vila Sol, uno dei percorsi più famosi della regione, dove la fauna e la flora sono ampiamente rispettate, conferendogli un ambiente bello e mediterraneo, tagliato da stretti fairway, con 27 buche che si estendono per tre percorsi di gioco.

Vilamoura è un complesso turistico di riferimento in Portogallo, con diversi punti di interesse, ovvero la Marina de Vilamoura, situata tra l’oceano e uno spazio aperto fiancheggiato da giardini con palme, si distingue per essere il primo porto turistico portoghese , più premiato per il miglior porto turistico nazionale. Questo porto turistico è visibile dalla spiaggia Rocha Baixinha Nascente, luogo adatto alla pratica estiva e dove le scogliere iniziano a lasciare il posto alle dune e all’ampia sabbia. Qui vicino al porto turistico troviamo il famoso Casino Vilamoura, di proprietà del Gruppo Solverde, dove possiamo divertirci e assistere a spettacoli in un arredamento lussuoso e all’avanguardia, oppure partecipare alle principali sale giochi. Vilamoura è molto popolare tra le famiglie, grazie alle infrastrutture abitative di grande interesse accademico, ovvero il Colégio Internacional de Vilamoura, una delle istituzioni educative più prestigiose nella regione meridionale del Portogallo, che presenta il curriculum nazionale portoghese, e il Curriculum Cambridge, con particolare attenzione all’apprendimento bilingue e all’eccellenza nell’insegnamento. Accanto a questo, segnaliamo anche il Centro Hípico De Vilamoura, recentemente insignito di “Horse Republic” con il “Award Excellence”. Oltre all’inclinazione familiare data dalle strutture educative e sportive, il tempo libero per tutta la famiglia è garantito in spazi come il mini golf del Family Golf Park, il Bird Observatory di Caniçal de Vilamoura e la Stazione Archeologica Cerro da Vila, che ci invita a momenti di contatto con la natura e l’antica storia della località. A questo ventaglio si aggiunge la spiaggia di Vilamoura, dove possiamo goderci un oceano tranquillo e sabbie dorate, o attraversare il Passeio das Dunas, che collega Vilamoura a Quarteira, una città con un collegamento pedonale. noto per le spiagge, il lungomare e i condomini con vista sul mare, situati a 20 metri dalla spiaggia.

A Quarteira, l’interessante Mercado do Peixe, situato in riva al mare è facilmente identificabile dalla facciata bianca e blu che porta il suo nome, è un luogo dove le tradizioni locali si perpetuano con la vendita di pesce fresco. Da qui, seguendo il viale costiero di Quarteira una passerella lungo le acclamate spiagge di Quarteira, che includono diverse spiagge limitate da moli di pietra, la spiaggia semiurbana di Forte Novo (dove si attualmente è possibile vedere le tracce del Forte Novo cinquecentesco); la spiaggia Lagoa do Almargem, circondata dalle scogliere rosse caratteristiche dell’Algarve, che si distingue per formare una piccola laguna tra Ribeira do Almargem e il mare; la spiaggia Loulé Velho, con i suoi dintorni rurali e un’ampia sabbia; le spiagge di Quarteira hanno la sabbia per l’isola di Faro, passando per le spiagge dei resort Vale do Lobo, la spiaggia di Ancão e la spiaggia di Quinta do Lago, portandoci a Parco Naturale Ria Formosa, all’ingresso del Faro, ai margini dell’aeroporto.

Faro

Faro è la capitale amministrativa dell’Algarve, presentandosi come una città antica, ricca di storia, tradizione e cultura. Ha un vasto patrimonio naturale e costruito, con enfasi sulle spiagge e sui paesaggi della Ria Formosa. L’arrivo nel sud del Portogallo può essere effettuato dall ‘aeroporto di Faro, una struttura che serve la città e il resto del sud del Portogallo. A Faro, abbiamo l’opportunità di camminare per strade con un tocco più commerciale, come Rua de Santo António, conosciuta come la strada dei negozi di Faro, e di immergerci nella storia, passeggiando per il centro storico per arrivare per conoscere la città vecchia murata, con tappa obbligatoria accanto all’imponente Arco da Vila, lo storico e leggendario Arco do Repouso e la Porta Araba, che costituisce il solo arco a ferro di cavallo in Algarve che si trova nel suo luogo di origine. In questa zona antica, all’interno delle mura rinforzate dalle due torri di Albarrã, troviamo la Igreja de Santa Maria (o Sé de Faro), in una piazza ornata dal Monumento del Vescovo Francisco Gomes de Avelar, una figura di spicco nella regione per il suo contributo allo sviluppo della località. Il Sé de Faro si distingue per la sua architettura gotica, barocca e manierista, risalente al XIII secolo e che porta tracce settecentesche e ottocentesche nei preziosi dettagli del suo interno, con enfasi sui dettagli in legno dorato, i pannelli della cappella, le tegole e le reliquie. Di pari interesse, davanti alla statua di D. Afonso III, troviamo il Convento di Nossa Senhora da Assunção, una chiesa in stile manuelino che si distingue per il portico rinascimentale e la cupola barocca, oltre che per i doccioni che decorano il piano superiore. Questo convento ospita attualmente il Museu Municipal de Faro, all’interno del quale troviamo una collezione incentrata sulla storia della regione.

Faro ci offre anche altri luoghi di interesse, come il giardino alberato Manuel Bivar, corrispondente al centro della città, e dove si svolgono vari eventi culturali. La cultura in città si manifesta anche nelle mostre del Centro Ciência Viva do Algarve, incentrate principalmente sulla scienza e sull’ecosistema Ria Formosa. Visitando questo spazio, vale la pena dirigersi verso Marina de Faro (o Doca de Faro), il luogo in cui terra e mare si uniscono, consentendo l’attracco delle imbarcazioni da diporto. Qui troviamo il Museu Marítimo Almirante Ramalho Ortigão, con tre sale dedicate alla pesca, strumenti e utensili, nonché il Ginásio Clube Naval, che comprende una scuola di vela e nautica da diporto. A Cais das Portas do Mar (Cais da Porta Nova) possiamo intraprendere viaggi in mare attraverso la Ria Formosa, anche per accedere ad alcuni dei luoghi più belli della regione, come la Ilha Deserta con la sua spiaggia di Barreta. Nella zona al confine con la città possiamo godere del Parque Ribeirinho de Faro, suddiviso in tre aree verdi, dove troviamo una zona pedonale, luogo dove la cultura e la tradizione dell’Algarve si perpetuano attraverso le case dei pescatori di fronte dell’estuario.

Il patrimonio culturale, religioso e storico di Faro

L’immersione nella tradizione tradizionale di Faro implica la visita al Mercado Municipal de Faro, situato accanto alla Cattedrale e il cui edificio bianco si distingue per la sua torre quadrata centrale. Questo mercato permette l’acquisto di innumerevoli prodotti locali freschi, introducendoci alle usanze del paese. La religiosità è uno dei punti fondamentali di questa tradizione, che estende l’invito a visitare le chiese e le cappelle locali. In Largo do Carmo troviamo la Igreja do Carmo del XVIII secolo, un tempio in stile barocco dove spiccano le decorazioni interne in piastrelle e legno dorato, nonché l’annessa Capela dos Ossos, eretta in il XIX secolo. L ‘Igreja da Misericórdia, una chiesa manuelina e del XVII secolo; la Igreja de São Pedro, con una facciata semplice e un interno dove spiccano la Capela do Santíssimo e la sua ricca pala d’altare barocca; la Cappella di Santo António do Alto, una cappella del XVI secolo che mescola elementi architettonici gotici, manuelini, barocchi e rococò; la Chiesa di Nossa Senhora do Pé da Cruz, la cui facciata riflette l’architettura di tempi diversi e con una decorazione interna del XVII secolo; e il Convento di Santo António dos Capuchos, costruito nel XVII secolo, con una semplice facciata e ornamenti, che servì per alcuni anni come museo di archeologia. Faro è un luogo di tradizione e di tanti appassionati di calcio, dove troviamo lo Stadio São Luís, situato vicino alla chiesa omonima; i resti del passaggio romano attraverso la regione, nelle rovine romane di Milreu e il ponte romano a Estói e il Palácio de Estói, un complesso di alto valore storico e risalente al XVII secolo, dove attualmente opera una locanda.

Patrimonio naturale di Faro

Il Parco naturale di Ria Formosa, la cui sede si trova a Quinta de Marim, è considerato una delle 7 meraviglie naturali del Portogallo, corrispondente a una delle zone umide più importanti del paese, consentendo l’incontro con una grande diversità di habitat favorevoli allo sviluppo di una fauna e una flora altrettanto diversificate, con un ambiente integrato nella parte dell’Algarve orientale tra l’area di Ancão e Manta Rota, costituito da un sistema lagunare armonioso con una connessione tra terra e oceano. Per conoscere l’ingresso di Ria Formosa, tra Quinta do Lago e l’isola di Faro, possiamo percorrere il Ludo Trail, un sentiero di 7 chilometri dove abbiamo il contatto con le lagune, le paludi e la vita animale nel suo habitat naturale . Approfittando della passerella che attraversa la Ria Formosa, arriviamo a Ilha de Faro, una delle spiagge del Parco Naturale e la prima delle isole barriera che separano l’estuario dall’oceano. Ilha da Armona e Ilha da Culatra sono anche luoghi importanti per il birdwatching. Qui ci sono paesi con piccole comunità di abitanti locali, che sono evidenti dalle loro tradizioni di pesca, dalle spiagge sabbiose, dalle acque limpide, dall’offerta di infrastrutture balneari e di ristorazione. Accanto a Ilha da Culatra c’è una piccola città con il nome di Hangares, che ha preso il nome dall’esistenza di infrastrutture rimaste dal tempo della seconda guerra mondiale. Delle isole barriera, l ‘Ilha do Farol è un’altra delle ricchezze naturali di Faro, deve il suo nome al Faro di Cabo de Santa Maria visibile da lunghe miglia, e presentandosi come un luogo di grande bellezza naturale. La piccola Ilha do Coco, Ilha das Alturas e l’isolotto del Corano meritano una menzione, dove possiamo vedere i raccoglitori di molluschi durante tutto l’anno, l’attività principale di molti degli abitanti di Olhão e le isole di Culatra, Armona, Farol e Hangares. Viaggiando attraverso la popolata regione di Ria Formosa possiamo vedere piccole imbarcazioni che servono la popolazione locale, permettendo la pesca nell’estuario.

Olhão

Olhão è una città nata da un villaggio di pescatori, situata di fronte alla Ria Formosa, è un interessante centro urbano, sociale e turistico dell’Algarve. Conosciuta come la “città cubista”, si distingue per presentare un’architettura di origine araba unica in Portogallo, con i cubi delle sue case imbiancate a calce, con bordi blu o grigi. Tra gli spazi suggestivi della città segnaliamo i Mercados de Olhão, edifici rossi di architettura industriale del XX secolo, situati nella zona del fiume, dove la tradizionale vendita di prodotti permette l’incontro con alcune delle tracce del cultura locale. A pochi metri dal centro della città troviamo il Museo Municipale di Olhão, dove possiamo visitare una collezione di inclinazione archeologica e regionale, situata direttamente dietro la cappella di Nossa Senhora da Soledade. Nel cuore di Olhão, la Chiesa Madre di Nossa Senhora do Rosário del XVIII secolo è un’attrazione imponente, con la particolarità storica delle sue campane che hanno accompagnato la rivolta popolare contro l’avanzata dell’invasione francese. Dietro questa chiesa troviamo la Cappella del Nosso Senhor dos Aflitos, luogo di culto storicamente ricercato dalle donne nei giorni di tempesta, quando gli uomini uscivano in mare.
Sul lungofiume di Olhão troviamo spazi verdi, tra cui il Jardim Pescador Olhanense, in cui spiccano alcune panchine con motivi di piastrelle con motivi nautici. Nella stessa regione, di fronte ai Mercati di Olhão, c’è la Caíque Bom Sucesso, una replica della nave che Olhanenses usò per salpare per il Brasile, con lo scopo di raccontare al re del che aveva avuto luogo nella rivolta che aveva espulso Napoleone dal territorio portoghese. Sempre nella zona del fiume, troviamo il molo di imbarco di Olhão, un luogo dove possiamo imbarcarci per visitare alcune delle isole barriera di Ria Formosa, tra cui Ilha de Armona, Ilha da Culatra e Ilha do Farol.

Tavira

Tavira è una città costiera nell’Algarve orientale, con un paesaggio contrassegnato da Rio Gilão mentre attraversa la città e sfocia nel Parco Naturale di Ria Formosa. Tavira è nota soprattutto per il suo patrimonio religioso, che la rende nota come la “Città delle Chiese”, sebbene meriti di essere sottolineato anche il patrimonio naturale e archeologico. A Tavira abbiamo l’opportunità di visitare il vecchio castello di Tavira, la cui costruzione originale risale al XIII secolo, godendo della vista panoramica sulla città e sull’oceano che abbiamo dalle torri. La cultura locale è molto segnata dall’attività di pesca e dalla religiosità, con l’esistenza di un vasto numero di chiese. Il Mercado Municipal de Tavira situato sulla riva occidentale, di fronte all’uscita Ponte dos Descobrimentos, di fronte alle saline, sulla strada per il molo Águas Águas. Tra i luoghi di culto, vale la pena visitare la Chiesa di Santa Maria do Castelo, risalente al XIII secolo e con elementi gotici in cui spicca l’originaria torre dell’orologio, la presenza di tegole nazionali, i dettagli scolpiti e la tomba dei sette cavalieri dell’Ordine di Sant’Iago. Segnaliamo anche la barocca Chiesa di Nossa Senhora do Carmo del XVIII secolo, con la magnifica cupola dipinta, dove è rappresentato il santo che la nomina; la Igreja da Misericórdia del XVI secolo, considerata la più importante chiesa rinascimentale della regione; la Chiesa dell’Antico Convento di Santo António dos Capuchos, decorata con piastrelle e dettagli dorati; e anche la Chiesa e Convento di Nossa Senhora do Carmo, risalente al XVIII secolo, integra diversi elementi di diversa estetica, con enfasi sull’organo, il tesoro sacro barocco e i vari elementi giovanili e rococò.

Oltre all’alto valore della religiosità, Tavira ha segnato anche il passaggio di popoli come arabi, romani e fenici attraverso la regione. In questa città possiamo trovare le Rovine Phoenicia de Tavira, con un muro risalente all’VIII secolo a.C. e il Ponte Romano di Tavira, un ponte pedonale che si ritiene sia stato ricostruito su un ponte romano risalente al 3 ° secolo, con collegamento tra le rive del fiume Gilão, nel centro storico di Tavira. Sul fiume Gilão (che qui prende solo questa nomenclatura, poiché, dalla sorgente e fino al ponte, è designato come fiume Séqua) passa anche il Ponte Ferroviária de Santa Maria, un ponte per uso ferroviario e che integra la linea dell’Algarve. Il Núcleo Museológico da Pesca do Tuna, la cui collezione racconta la storia della pesca della regione nella cattura del tonno, si trova attualmente all’interno dell’hotel Vila Galé Albacora. Vicino a questo nucleo troviamo la spiaggia Arraial Tavira, con acque calme e calde e confinante con la Ilha de Tavira, isola che si estende per oltre 12 km ad ovest fino a Fuseta. Per accedere all’isola di Tavira possiamo prendere la “nave da lavoro” al molo di imbarco di Águas Águas. Nel luogo in cui l’estuario si unisce all’oceano, abbiamo ancora la possibilità di vedere il Moinho dos Ilhéus, un mulino a marea dove attualmente si trova un vivaio delle ostriche portoghesi più acclamate. Segnaliamo anche le Salinas de Tavira, dove troviamo la Ciclovia das Salinas e diversi sentieri adatti per camminare attraverso il complesso, dove abbiamo la possibilità di osservare paesaggi idilliaci e osservare innumerevoli specie di residenti e migratori uccelli, compresi stormi di fenicotteri.

Il golf è una delle attività che possiamo praticare nella regione di Tavira, con diversi sviluppi di lusso e grandi campi da golf. Nelle vicinanze di Cabanas de Tavira, Benamor Golf è un campo con campi circondati da un paesaggio di mare e montagne, che consente la pratica del golf in un ambiente sereno e naturale. Alla Quinta da Ria situata tra Cabanas de Tavira e Vila Nova de Cacela troviamo altri due campi da golf, il Quinta de Cima Golf, un impegnativo percorso da campionato, con lunghi fairway e diversi ostacoli d’acqua, punteggiato di alberi; e Quinta da Ria Golf, un campo da 18 buche, integrato nel Parco Naturale di Ria Formosa e con un bellissimo ambiente naturale. Un’altra opzione, e anche una delle più acclamate della regione, è il Monte Rei Golf, situato a nord di Vila Nova de Cancela, costituito da uno dei pochi percorsi Jack Nicklaus Signature in Europa, considerato il miglior campo da golf portoghese. Possiamo anche goderci il percorso naturale e impegnativo di Quinta do Vale Golf e lo sviluppo Castro Marim Golf, che si distingue per i suoi tre campi da nove buche, i suoi magnifici panorami. Il Colina Verde Golf, situato a nord di Fuseta è inserito in un contesto di campagna naturale, con un campo da golf a 9 buche, adatto ai principianti nella pratica del golf.

Patrimonio naturale di Tavira

Nella regione di Tavira e nei suoi dintorni troviamo numerosi spazi di interesse naturalistico, tra i quali meritano una menzione alcune spiagge. Praia da Terra Estreita è una bellissima lingua sabbiosa, situata alla sorgente di Praia do Barril, il luogo in cui un’antica comunità di pescatori ha lasciato un vero cimitero di ancore delle vecchie tonniere. In località la pratica del naturismo è possibile nella zona di Santa Luzia, dove troviamo la Praia do Homem Nu, una spiaggia molto selvaggia e deserta, che ci invita al contatto pelle-con-natura. Nelle vicinanze, la spiaggia Barra da Fuseta offre la massima tranquillità e, collegandosi ad essa, all’estremità orientale di Ilha da Armona troviamo la spiaggia Ilha da Fuseta, al confine con l’omonimo villaggio di pescatori. Risalendo la Serra de Monte Figo troviamo due luoghi favorevoli per osservare i migliori paesaggi della regione: il Cerro de S. Miguel (o semplicemente Monte Figo), con un belvedere che copre gran parte del costa sud dell’Algarve, e Cerro de Cabeça, nella parte orientale della montagna, dove troviamo formazioni carsiche di grande valore geologico. Un altro paesaggio incredibile che possiamo trovare è nella Diga di Odeleite, poiché il serbatoio di questa diga assume la forma di un drago blu, simbolo di fortuna e potere della cultura cinese, che dà il nome alla regione “Rio do Dragão Azul “. Infine, abbiamo l’opportunità di conoscere altri punti di valore naturale della località visitando la Mata da Conceição, nella Foresta Perimetrale di Conceição de Tavira, dove troviamo un parco picnic e noi può osservare uccelli stanziali e migratori nell’armoniosa e naturale Cascata di Pego do Inferno, considerata una delle cascate più belle della regione dell’Algarve.

Cacela Velha e Cabanas de Tavira

Lasciando Tavira lungo la costa sud verso la Spagna, troviamo Cancela Velha, un antico villaggio, con case imbiancate a calce, ricco di tradizione e calma. Qui siamo invitati a visitare luoghi emblematici, come il Forte di Cacela Velha (o Fortaleza de Cancela), con la sua posizione eccezionale e l’ambiente naturale; l ‘Igreja Matriz de Cacela Velha del XVI secolo e la spiaggia di Cacela Velha, situata a sud della città. La spiaggia di Fábrica, situata nel piccolo villaggio omonimo, è un punto di passaggio obbligato, caratterizzato dall’essere in mezzo all’oceano e l’accesso, effettuato tramite l’acquisto di un biglietto di andata e ritorno durante la stagione balneare, su piccole imbarcazioni locali. In Cabanas de Tavira, dove troviamo la spiaggia Lacém Mar, una spiaggia di ria, situata in una stretta lingua di sabbia naturale, oltre la quale si trova la Ilha de Cabanas, un luogo che invita l’osservazione degli uccelli costieri. Nella regione, vale la pena visitare la Avenida Ria Formosa, che ci porta in direzione del Forte di São João da Barra, situato su una collina vicino alla Ria Formosa, a est di Cabanas de Tavira. Evidenziamo anche altri luoghi di interesse che possiamo visitare, come il Forte do Rato (o Forte de Santo António de Tavira), situato alla foce del fiume Gilão, e anche la Cabanas Beach e Praia da Forte da Barra, che sono testimoniate dalla grande bellezza naturale, integrate nel Parco Naturale di Ria Formosa.

Castro Marim

La Riserva Naturale Sapal de Castro Marim e Vila Real de Santo António, creata nel 1975, corrisponde alla prima riserva naturale portoghese e ad una delle zone umide più importanti del Portogallo. Il suo scopo è quello di conservare gli ecosistemi locali e il patrimonio naturale e paesaggistico, situato vicino alla foce del Guadiana, che si estende tra Castro Marim e Vila Real de Santo António. In questo spazio, la riserva è costituita da paludi, saline ed estuari, dove diversi paesaggi ospitano una grande diversità di fauna e flora, ed è anche un luogo favorevole per il birdwatching. Ai suoi margini, il comune di Castro Marim offre anche alcuni punti di interesse storico, di cui evidenziamo il Castelo de Castro Marim rappresenta una fortificazione di grande interesse storico, situata in una posizione privilegiata sulla destra riva del fiume Guadiana. Il Forte di São Sebastião fu costruito qui durante le Guerre di Restauro per la difesa della regione, a causa della grande importanza strategica dell’elevazione naturale del terreno, nel luogo in cui precedentemente si trovava la cappella con lo stesso nome . Sempre a Castro Marim, possiamo visitare la Statua del Cavaliere Medievale, un’interessante struttura in ferro situata nelle vicinanze della Igreja de Santiago.

Vila Real de Santo António

Vila Real de Santo António è una città costruita da Marques de Pombal. Lungo un lungo viale costiero con edifici storici che si affacciano sul fiume Guadiana, troviamo il porto turistico di Vila Real de Santo António. Nel centro della città troviamo le strade con i negozi e la Praça Marquês de Pombal, essendo il centro della città a carattere commerciale e turistico, di architettura pombalina. Nella piazza troviamo l ‘Igreja Matriz, un obelisco incoronato in onore di D. José I e quattro torrette che ne adornano i quattro angoli. Oltre al patrimonio edilizio, il luogo ha spazi naturali emblematici, come la Foresta Nazionale delle Dune di Vila Real de Santo António, e ci porta a conoscere alcune delle spiagge più turistiche del paese. Qui troviamo anche il Farol Vila Real de Santo António, con la sua torre circolare visitabile e che continua a funzionare ancora oggi. Da qui, percorrendo le rive del fiume Guadiana, siamo anche invitati a visitare luoghi di grande interesse culturale, come l ‘Archivio Storico Comunale António Rosa Mendes, dove troviamo una raccolta di documenti storici sulla regione; il tradizionale Mercado Municipal e l’emblematico Centro Cultural António Aleixo, che ospita numerosi spettacoli nella regione. Infine, a pochi minuti di distanza, troviamo il Parco Avventura Vila Real de Santo António, ideale per attività radicali a contatto con la natura.

Mentre ci dirigiamo a ovest verso il tramonto, troviamo Monte Gordo, Altura e Vila Nova de Cancela, tre acclamati comuni nel sud del Portogallo, che si distinguono per le loro spiagge e l’integrazione di elementi di Interesse culturale e familiare, spiagge turistiche con acque calde e sabbia bianca, accessibili e dotate di tutte le infrastrutture essenziali per il tempo libero, compresi bar e ristoranti. A Monte Gordo troviamo anche il Casino de Monte Gordo con diverse sale giochi e un’agenda con diversi spettacoli. Oltre alla spiaggia Monte Gordo, possiamo optare per la naturale Praia Verde, una spiaggia marittima situata al riparo dei pini marittimi, nel cuore dell’Algarve orientale. Se andiamo a ovest, troviamo la spiaggia di Alagoa ad Altura, Praia da Lota e Praia da Manta Rota, che si estende fino alla penisola di Cacela.

Albufeira (confine dell’Algarve occidentale)

La città di Albufeira è una città sulla costa dell’Algarve, nata da un antico villaggio di pescatori, che contiene ancora gran parte del suo antico patrimonio e cultura. Albufeira ha una forte caratteristica turistica, offerta dalla ricchezza del patrimonio nel suo centro storico, dai numerosi bar che garantiscono la vita notturna (tra cui l’area Old Town e The Strip Albufeira)), per gli spazi di interesse culturale, ovvero le mostre della Galeria Municipal de Albufeira, l’eclettico Museu de Arte Sacra di Albufeira o il tradizionale Mercado Municipal dos Caliços. Il perpetuarsi della religiosità in luoghi come la Chiesa di Sant’Ana del XVIII secolo; l ‘Igreja de São Sebastião, eretta nel XIII secolo in Praça Miguel Bombarda, che presenta tratti tipici della regione ed elementi dell’estetica manuelina e barocca; e il Convento di Nossa Senhora da Orada, con la tipica architettura algarviana, che, sebbene risalente al XVI secolo, fu completamente riformato nel XVIII secolo. Il grande interesse storico e culturale di Albufeira convive con le usanze locali e le bellezze naturali, come possiamo vedere a Marina de Albufeira e Miradouro Porto de Pesca, luoghi dove si perpetua la tradizione di pesca della regione, da dove possiamo intravedere la bellezza costiera della costa costiera.

Lungo la costa, possiamo prendere il sentiero costiero che ci porta dal Miradouro do Peneco alla Igreja de São Sebastião, passando per la turistica Praia do Peneco, accanto alla quale le strade of Drums e Admiral Gago Coutinho lasciano intravedere il paesaggio costiero. Tradizionalmente, la Praia dos Pescadores è una delle più conosciute della città, per la sua sabbia chiara e le rade ondulazioni marine. Vicino alla piazza vicino alla spiaggia, troviamo il Monumento aos Pescadores e in cima alla scogliera accediamo al Miradouro do Pau da Bandeira, da dove possiamo avere viste panoramiche sulla città e sul mare. Man mano che ci spostiamo verso est, troviamo spiagge meno urbane e più naturali, come Praia dos Alemães, Leixão dos Alhos o Praia dos Aveiros, situate al riparo delle coste delle scogliere . Più emblematiche, la Praia da Oura e la spiaggia Santa Eulália offrono uno scenario naturale, con dintorni punteggiati di sabbia verde e dorata e un mare favorevole alla pratica degli sport acquatici. Ad est, accanto alla spiaggia di Balaia, possiamo praticare altri tipi di sport, usufruendo del campo da golf a nove buche del Balaia Golf Course, adatto a giocatori di tutti i livelli. Nelle vicinanze merita di essere evidenziato il Parque Aventura, luogo dedicato alla pratica del tree climbing, molto apprezzato da grandi e piccini.

Spiagge di Galé e Galé

Galé è una parrocchia costiera di Guia, situata a ovest della città di Albufeira, nota per la ricchezza naturale delle sue spiagge e scogliere, integrando anche un complesso turistico con tutte le infrastrutture essenziali. Le spiagge di Galé si susseguono lungo la costa da Praia da Galé (ovest) e fino a Praia de Arrifes, presentando caratteristiche come bellezze naturali, sabbia dorata, ripide scogliere, affioramenti rocciosi e il fatto che sono una meta di ancoraggio e tour in barca a vela e motor yacht. Queste spiagge sono collegate da un sentiero a ridosso della scogliera, che permette l’incontro con la pienezza della sua naturale bellezza. Camminando lungo il sentiero Galé in direzione Ovest / Est, troviamo spiaggia di São Lourenço, spiaggia di Manuel Lourenço, spiaggia di Balbina, Praia do Balbina Evaristo , Praia do Castelo , Praia da Coelha , Praia de Maré das Porcas , Praia das Salamitras , Praia da Ponta Grande e Small , Piratas Spiaggia e Spiaggia di São Rafael **. Si tratta di piccole spiagge con caratteristiche molto simili, protette dal vento dagli scogli, con acque trasparenti, molto ricercate da chi desidera momenti di maggiore tranquillità per la lontananza dall’area urbana.

Villaggio e spiaggia di Olhos d’Água

Olhos d’Água è un villaggio di Albufeira, con un tocco pittoresco e tradizionale, le cui spiagge segnano il confine tra l’Algarve orientale (con una caratteristica più sabbiosa) e il Barlavento (con una caratteristica rocciosa). Una delle belle spiagge a cui possiamo accedere da Olhos d’Água è la spiaggia Maria Luísa, che si distingue per i toni delle sue scogliere, che contrastano con il blu navy e dove possiamo godere di varie infrastrutture di supporto e vela o windsurf. Il nome di questa località deriva dalle sorgenti di acqua dolce sulla spiaggia (occhi d’acqua) lì, che possiamo intravedere durante il mare basso, noto anche come Olheiros de Água Doce, situato tra la spiaggia di Olhos d’Água e la spiaggia Barranco das Belharucas (una spiaggia tra la lunga scogliera e l’oceano) che si trova all’estremità occidentale della spiaggia di Falésia, una spiaggia nota per i suoi 5 chilometri di sabbia, che si estende fino a Vilamoura , coperto tutto l’anno dagli amanti dell’escursionismo. Vicino a questa spiaggia, il Miradouro da Falésia è un luogo che ci invita a fermarci a contemplare le bellezze naturali della regione. Dalla spiaggia di Barranco das Belharucas abbiamo accesso al Pine Cliffs Golf e Resort, un resort turistico di lusso dove possiamo usufruire di un hotel, dei servizi SPA e del campo da golf a 9 buche, noto soprattutto per il impegnativa sesta buca Par 3. Sul sentiero della scogliera, il villaggio di Açoteias è un altro tesoro di Albufeira, dove possiamo godere della bellezza naturale della scogliera e della calma della spiaggia di Açoteias. Lungo il sentiero che collega Olhos d’Água e Vilamoura, dalla spiaggia e dai sentieri in cima alla scogliera, possiamo trovare altre due spiagge che meritano di essere menzionate, la Praia dos Tomates, con il suo scogliera di argilla e rubra, e la Praia da Rocha Baixinha, dove la scogliera inizia a scomparire per far posto alle dune sabbiose.

Paderne

Paderne è un villaggio rurale appartenente al comune di Albufeira, in cui troviamo elementi del patrimonio di alto valore. Tra questi, segnaliamo la Igreja Matriz de Paderne o Igreja da Senhora da Esperança, del XVI secolo, rimaneggiata nel corso dei secoli, integrando elementi architettonici di stile manuelino e rinascimentale, essendo gli elementi visivi che più risaltano lo stile barocco delle pale d’altare del presbiterio e della cappella del Santíssimo. A Paderne possiamo visitare il Ponte Medievale, situato sul torrente Quarteira vicino al castello, ricostruito nel XVIII secolo. Segnaliamo infine anche le rovine del Castello di Paderne, il cui primo riferimento risale al XII secolo, e che si trova a strapiombo sul torrente Quarteira, rappresentando uno dei castelli che compaiono sulla bandiera nazionale, nel caso di una piccola fortificazione di origine musulmana che integrava la linea difensiva della regione. Queste attrazioni sono molto ricercate dagli amanti delle passeggiate nella natura.

Parchi a tema e acquatici

La regione dell’Algarve è invitante per chi cerca attrezzature tematiche, con un tocco naturale e acquatico. Uno dei più grandi parchi a tema della regione dell’Algarve è lo Zoomarine Algarve, un luogo dove possiamo contemplare innumerevoli specie marine, uccelli esotici e rettili, interagire con i delfini, assistere a spettacoli e godere di piscine, scivoli e alcune attrazioni caratteristiche di parchi di divertimento. Tra Quarteira e Loulé, troviamo l ‘Aquashow Park, noto per la sua piscina a onde, dove possiamo godere di attrazioni che includono montagne russe, piste dolci, diversi scivoli e piscine adatte a tutte le età. Allo stesso modo, l ‘Aqualand Algarve ad Alcantarilha offre attività che mescolano adrenalina, svago e relax, adottando una tendenza familiare in un ambiente in cui l’acqua è predominante. Infine, il famoso Slide & Splash situato tra Lagoa e Portimão offre intrattenimento acquatico diversificato, oltre a spettacoli e servizi SPA, in un ambiente con spazi tematici, adatti a tutte le età e gusti personali.

Portimão

Portimão è una città di tradizione di pesca, situata nell’estuario del fiume Arade, nota per le sue spiagge, i costumi, il patrimonio religioso e la conservazione della cultura locale. Visitando la città di Portimão troviamo tracce evidenti della sua anima di pescatori, in spazi come Marina de Portimão, Porto Comercial e Clube Naval, e una passeggiata lungo il fiume attraverso il Passeio Ribeirinho ci permette di usufruire di servizi di ristorazione tradizionale, degustando i sapori di mare della regione. Il Mercado Municipal de Portimão è un altro luogo dove siamo invitati a conoscere un po ‘meglio questa tradizione, con la vendita di prodotti regionali, compreso il pesce. Una visita al Museu de Portimão, situato nell’edificio della vecchia fabbrica di conserve, e ancora identificato in questo modo sulla sua facciata, ci porta a conoscere meglio l’identità peschereccia e industriale della città, con una collezione che punta sull’identità regionale. Da qui, avanziamo verso il centro della città in Praça da República, dove troveremo il giardino con lo stesso nome, il gesuita Igreja do Colégio (o São Francisco Xavier), che ha già adempiuto al ruolo di corte della città, e il XVI secolo Igreja Matriz de Portimão (o Chiesa di Nossa Senhora da Conceição), al cui interno spicca l’altare barocco con dettagli dorati. Anche se più distante, accanto ai cantieri navali, nella zona del fiume, merita menzione anche la Capela de São José, non solo per la sua facciata semplice e accattivante, ma per la storia che rimanda al culto delle persone che lavoravano al mare.

Il passaggio di popoli antichi attraverso questa regione è qualcosa che siamo anche invitati a visitare a Portimão, al Centro di accoglienza e interpretazione dei monumenti megalitici di Alcalar o con una visita alle Rovine del Convento di São Francisco de Portimão. E, poiché il tempo libero è una parte importante dell’essenza della città, vale la pena guardare la programmazione di Parque de Feiras e Exposições de Portimão e Portimão Arena. Oltre a questi luoghi, integrati in un ambiente naturale, l ‘Autódromo Internacional do Algarve è una grande attrazione a Portimão ricercata dalle emozioni dei campionati di Formula 1 e delle motociclette GP, sport che, accanto al golf, evidenzia la località di Portimão sulla mappa del mondo. Qui la pratica del golf è incoraggiata dall’esistenza di campi di fama internazionale, tra cui i tre campi del Penina Golf; i percorsi polivalenti del Morgado Golf, adatti a tutti i livelli di golfista; e Alamos Golf, breve ma impegnativo. Camminando lungo Tomás Cabreira, siamo anche invitati a visitare la costa di Portimão di fronte al mare e Praia da Rocha, la spiaggia più emblematica di Portimão, considerata tra le spiagge più belle del Portogallo , con un’ampia spiaggia, protetta dalle scogliere e dove troviamo club dedicati agli sport acquatici, come il surf o la vela da diporto. Seguendo il Molhe de Portimão, siamo invitati a camminare fino al Farol da Praia da Rocha a strisce, alla fine dove incontra l’oceano. All’inizio del molo, la Fortaleza de Santa Catarina è il luogo da visitare, essendo un monumento militare del XVI secolo che serviva per la difesa costiera.

Sul lato opposto della spiaggia, dal Miradouro dos Três Castelos possiamo osservare la stessa costa da una diversa perfectiva, con una vista privilegiata su Praia da Rocha, e Praia dos Três Castelos, questa linea essendo delle spiagge si estende, portandoci a diverse spiagge sabbiose, con strutture rocciose e circondate da scogliere, tra cui Praia do Amado, Praia dos Careanos, Praia do Vau, Praia do Alemão, Praia do Boião e la segreta e meno popolata Praia João de Arens, il cui accesso può essere un po ‘impegnativo, ma dove possiamo trovare una vista mozzafiato su roccia e mare. Da Portimão possiamo scendere dalla scogliera fino a Ponta João de Arens per vedere la Gruta das Baratas su una piattaforma che ci permette di camminare sul vuoto di una formazione a forma di fossato (algar), creata da la penetrazione dell’acqua piovana sulla rupe calcarea. Continuando a camminare in direzione di Alvor, troviamo la piccola spiaggia di acque calme di Submarino, la romantica Praia da Prainha con piccole sabbie isolate da strutture rocciose, che creano un ambiente più riservato sotto le scogliere ; e la Praia da Torralta, nota per le sue acque calde e limpide. Nelle vicinanze del villaggio di pescatori di Alvor, evidenziamo la ricchezza del suo patrimonio religioso, le zone umide dell’estuario della ria do Alvor, il Alto Golf, un campo da golf con un campo 18 buche, integrate a Vau da Rocha in un ambiente verde, punteggiato di alberi e laghi. Ad Alvor, si consiglia di visitare l’ampia e turistica spiaggia di Alvor e visitare la Ria de Alvor, un sistema di estuari in cui si crea un’importante zona umida nazionale, dove si può osservare la biodiversità dovuta all’esistenza uccelli e migratori, in un ambiente tipico della pesca.

Ferragudo

Ferragudo è un villaggio sul lato est del fiume Arade, è una delle parrocchie della località Algarve di Lagoa che incontriamo quando ci dirigiamo da Portimão a Carvoeiro, essendo un percorso su cui troviamo innumerevoli luoghi di patrimonio e interesse naturalistico. Iniziamo attraversando il ponte ferroviario di Portimão lungo il fiume Arade, che si distingue per i suoi archi in ferro, e troviamo il porto peschereccio e i cantieri navali di Portimão. Il Parco municipale Sítio das Fontes, situato sulla sua riva, ci presenta un piccolo parco di grande ricchezza naturale, storica e culturale, che integra diversi ambienti mediterranei, un’enorme biodiversità e tracce delle attività medievali della regione. Dirigendoci verso Ferragudo percorrendo Rua Infante Santo, ci dirigiamo alla Chiesa di Nossa Senhora da Conceição, dalla facciata bianca e gialla, all’interno della quale sono custodite una serie di immagini del XVI, XVIII e XIX secolo. Vicino a questa località, Praia Grande e Praia da Angrinha rappresentano le spiagge dell’estuario del Rio Arade, con una sabbia circondata da scogliere e vegetazione. Avendo servito per la difesa di questo fiume, troviamo qui il XVI secolo Castelo de São João do Arade. Praia do Molhe delimita il luogo in cui il fiume lascia il posto all’oceano e la vicina Praia do Pintadinho. Di seguito, troviamo il Faro di Ponta do Altar situato a 32 metri di altitudine, costruito nel 1893, dal quale possiamo osservare il paesaggio costiero costiero e la città di Portimão con enfasi sulla Praia do Torrado e la spiaggia di Caneiros. Merita menzione anche la Praia da Afurada, vicina al Centro Hípico Casa Lusitana, contenente una grotta e costituente una spiaggia tranquilla, con pendenza quasi privata. Da qui, si procede per Praia do Mato, passando per Torre da Lapa, un’antica torre di avvistamento del XVI secolo classificata come monumento di interesse pubblico vicino a Praia da Grilheria, una spiaggia rocciosa di di difficile accesso e circondato da scogliere. Sulla strada per il belvedere di Arriba da Salgadeira, abbiamo superato la spiaggia Vale da Lapa e la spiaggia Cama da Vaca, che ci portano alla spiaggia più acclamata di Três Castelos. Carvoeiro, le formazioni rocciose di Praia dos Vale dos Currais e la piccola e vergine Praia do Paraíso, quest’ultima già integrata nella gamma di spiagge di Carvoeiro.

Lagoa

Lagoa è una città dell’Algarve con un patrimonio preistorico e una tradizione agricola segnata dalla produzione di vino, con una forte tradizione religiosa. Le attività balneari e sportive hanno conferito alla regione un tocco più turistico, con i tre campi da golf locali – il Vale da Pinta Golf, il Gramacho Golf e il Vale de Milho Golf – che si distinguono per il loro ambiente naturale e le strutture evidenziate a livello europeo. Oltre al golf, la Sand City e il suo Festival internazionale delle sculture di sabbia sono anche uno dei punti salienti locali, presentandosi rispettivamente come il più grande festival di sculture di sabbia al mondo.. Dalla modernità della festa all’antichità delle tradizioni, Lagoa ci invita a conoscere il patrimonio religioso, al Convento de São José, un antico convento appartato, costruito nel XVIII secolo da cui spicca il chiostro e il suo pozzo cisterna e la ruota a vista, posta all’ingresso; e nella Igreja Matriz de Porches (o Chiesa di Nossa Senhora da Encarnação), risalente al XVI secolo, con una facciata semplice, ma un interno arricchito da piastrelle e immagini del XIX secolo che la adornano. Annessa a questa chiesa, troviamo la Cappella delle Ossa di Alcantarilha, la cui decorazione è realizzata con più di 1500 ossa umane.

Carvoeiro

Carvoeiro è un villaggio dell’Algarve occidentale, noto per le sue spiagge e la cui pratica di pesca e marittima ha segnato la cultura e la tradizione ancora oggi visibili. Il Largo da Praia do Carvoeiro è il centro del villaggio dove troviamo un ampio lungomare, circondato da ristoranti tipici e piccoli spazi commerciali, accanto a Praia do Carvoeiro, dove abbiamo un ambiente di scogliere giallastre con vegetazione e vista sulle facciate bianche delle case dell’Algarve. Questo posto si trova a pochi minuti da Praia do Paraíso, una piccola spiaggia che si raggiunge percorrendo la strada omonima, che si estende lungo la scogliera occidentale. Nella direzione opposta e anche a pochi minuti di distanza, troviamo il Forte di Nossa Senhora da Encarnação del 17 ° secolo, che serviva a proteggere la regione dagli attacchi di corsari e pirati, e con il quale siamo invitati a camminare sulla passerella di Carvoeiro per godere della vista sull’oceano dal Belvedere di Falésia do Carvoeiro e visitare l ‘Algar Seco, un luogo noto per le sue grotte rocciose, che possiamo visitare a piedi, barca o anche kayak o stand-up paddle board. Qui, Olhos da Boneca è l’algarve più conosciuto e uno dei più apprezzati, grazie alle sue “finestre naturali” sull’oceano.

La costa costiera di Carvoeiro è una zona che si distingue per la sua bellezza paesaggistica, con numerose spiagge situate accanto a scogliere e che presentano formazioni rocciose di grande interesse ed evidenti bellezze naturali, che le rende attrattive per gite in barca nella regione . Di difficile accesso e di piccole dimensioni, la spiaggia di Vale Covo è la prima che abbiamo elencato, seguita dalla spiaggia di Vale de Centeanes, uno spazio balneabile riparato dalle scarpate circostanti, in una piccola insenatura, dove le formazioni rocciose creano grotte di grande interesse visivo e che è il punto di partenza per il Itinerario delle Sette Valli Sospese, considerato uno dei migliori sentieri in Portogallo e in Europa per la sua eccitante posizione sulla scogliera con scogliere sul mare. Questo sentiero, di circa 6 chilometri, ci porta in una passeggiata sulla scogliera da Praia Vale de Centeanes a Praia da Marinha, permettendoci di essere in contatto con paesaggi formati da spiagge raccolte, un oceano con acque limpide, scogliere colorate e interessanti formazioni rocciose (comprese grotte e algares), in uno scenario unico e naturale.

Sulla strada per la piccola e protetta Praia do Vale Espinhaço, troviamo il Farol de Alfanzina, un faro centenario, situato su un promontorio roccioso che supporta la navigazione locale. La Praia do Carvalho situata sulla strada per Benagil, un luogo di tradizione di pesca dove si evidenzia l ‘Algar de Benagil, una delle grotte più famose del suo tipo al mondo e uno dei luoghi più fotografati del Portogallo, evidenziato dalla sua struttura con aperture sul mare e sul cielo, a cui si accede via mare con piccole imbarcazioni o paddle board. Le strutture rocciose si susseguono lungo la costa, portandoci agli archi naturali sulla scogliera calcarea e ad altre spiagge sulle quali creano uno scenario unico, come esemplificato dalla Praia da Corredoura o Praia da Marinha noto per la sua fotografia che combina due rocce aperte per formare una forma di cuore. Praia da Marinha è, infatti, un altro dei punti salienti della regione, presentandosi come una spiaggia di sabbia bianca e mare calmo, classificata come una delle cento migliori spiagge del mondo, che offre un ambiente naturale che è ancora abbastanza selvaggia, circondata da una rupe scolpita e accessibile da una lunga scalinata. Oltre a questa spiaggia, la bellezza naturale delle spiagge e delle formazioni rocciose sulla costa di Carvoeiro continua fino ad Armação de Pêra e, lungo la strada, segnaliamo la Praia do Pau, la spiaggia Malhada do Baraço , la spiaggia di Barranquinho e la spiaggia di Estaquinha. Insieme a questi, luoghi come l ‘Algar dos Capitães, l’ Algar da Albandeira e l ‘Arco de Albandeira meritano di essere evidenziati perché sono incredibili formazioni rocciose naturali. Prima di arrivare ad Armação de Pêra, segnaliamo la Praia de Albandeira, Praia das Fontainhas e Praia do Pontal, situate in piccole insenature che ci offrono uno scenario naturale di grande bellezza.

Armação de Pêra

Armação de Pêra è una parrocchia di Silves, nota soprattutto per le sue caratteristiche naturali e le sue spiagge. Qui possiamo visitare il Forte di Santo António da Pedra da Galé (o Fortezza di Armação de Pêra) del XVI secolo, prima di passare ai preziosi spazi naturali della località. La biodiversità della flora e della fauna locale può essere osservata nella zona umida della Lagoa dos Salgados, un luogo collegato a Praia dos Salgados adatto per il birdwatching che culmina nella località turistica dell’omonimo podere dove operano il villaggio turistico Salgados ** e l’hotel Nau Salgados, dove troviamo il campo da golf Salgados Golf. La spiaggia di Salgados è collegata dalla sabbia in un’estensione approssimativa di 4 km fino alla Praia Grande de Pêra, una spiaggia più tranquilla, di sabbia chiara che funge da riparo per diverse specie di uccelli protette. Più urbana e popolata, la spiaggia Armação de Pêra è una delle più frequentate per essere di fronte al perimetro urbano, così come la Praia dos Pescadores che merita menzione per la presenza di manufatti di pesca, tra cui barche e reti in ordine sulla sabbia, ricordando la tipicità di questa pratica nella regione Durante la pratica della pesca, è possibile osservare oggi una scena spettacolare: pescatori che trasportano barche da pesca attraverso la spiaggia fino al mare, con l’ausilio di trattori . In questa linea costiera di zone balneari, la spiaggia di Vale do Olival, la spiaggia di Tremoços e la spiaggia di Beijinhos si distinguono anche per i loro dintorni aspri e naturali, una caratteristica che si estende anche oltre Spiaggia Cova Redonda, spiaggia Cavalos, spiaggia Escaleiras e spiaggia Senhora da Rocha. In quest’ultima troviamo l’omonimo porto peschereccio e la Chiesa di Nossa Senhora da Rocha che risale al XV o XVI secolo, affacciata sulla spiaggia, costruita sulla roccia. All’interno di questa chiesa costiera troviamo una preziosa immagine cinquecentesca della Vergine con Gesù. Continuando la strada verso Ovest, troviamo Praia Nova e Praia do Barranco, che ci collegheranno successivamente, a Praia do Carvoeiro.

Silves

Silves è una città situata nelle montagne dell’Algarve nota per la sua tradizione, l’ambiente naturale, la spiaggia e il patrimonio architettonico. Silves era una volta la capitale di al-Gharb al-Andalus (Algarve). Tra i suoi monumenti, segnaliamo il Castelo de Silves, un esemplare difensivo di origine araba che occupa una posizione dominante la città, distinguendosi per la sua piazza e merlature. A circa 600 metri troviamo il Mercado Municipal de Silves, situato accanto al Rio Arade e la cui architettura, nota come architettura “Estado Novo” o “Português Suave”, si riflette nel tetto e nel la sfera armillare situata accanto allo stemma della città. Tra il patrimonio religioso si segnalano la Sé Catedral de Silves (cattedrale eretta su un’antica moschea) e la Igreja da Misericórdia de Silves del XVI secolo, situata a pochi passi di distanza. Vicino alle chiese si trova anche il Museo Civico di Archeologia di Silves, luogo ideale per scoprire una collezione che rimanda all’antichità della regione e alle persone che qui vissero. A Silves troviamo i campi da golf Silves Golf, Amendoeira Faldo Golf e Amendoeira O’Connor Junior Golf, se il golf non fosse uno degli sport più acclamati dell’Algarve, questi i campi sono visitati da golfisti di tutto il mondo. A ovest della città di Silves, la Cruz de Portugal risalente all’inizio del millennio è un altro luogo da visitare, una croce calcarea scolpita che mostra caratteristiche manueline e gotico-fiorite. A ridosso di Silves, la bellezza naturale del serbatoio della diga di Funcho e del serbatoio della diga di Arade consente l’incontro con i bacini d’acqua, in un ambiente verde e idilliaco.

Monchique

Monchique è un pittoresco villaggio sulle colline dell’Algarve, noto soprattutto per le sue acque termali a cui sono attribuiti poteri curativi, per i suoi monumenti e per gli spazi naturali di alto valore. Nella località, la Igreja Matriz de Monchique del XVI secolo di architettura manuelina, con allusioni alla vegetazione locale, ci permette di conoscere una collezione di preziosi oggetti religiosi nel suo piccolo museo. Il Convento di Nossa Senhora do Desterro costruito nel XVII secolo, ha un paesaggio naturale con caratteristiche manueline. Passando alla Serra de Monchique, soprannominata localmente “Jardim do Algarve”, siamo invitati a contemplare le meraviglie paesaggistiche della regione al Miradouro da Foia. Lo splendore naturale della regione integra anche il Parque do Barranco dos Pisão, uno spazio verde con tavoli da picnic attraversato da un fiume, dove troviamo un monumentale platano centenario e un vecchio mulino ad acqua. In località vale ancora la pena visitare la cascata della Cascata do Barbelote, la diga di Odiáxere (Barragem da Bravura) e la diga di Odelouca, quest’ultima la principale responsabile dell’approvvigionamento idrico nella regione dell’Algarve.

Lagos

Lagos è una città costiera dell’Algarve occidentale, nota per il suo impatto sulla storia delle scoperte portoghesi, la ricchezza delle sue spiagge e il vasto patrimonio storico e culturale. Uno dei punti salienti di questa regione è il centro storico di Lagos, incluso all’interno delle mura, che possiamo conoscere solo camminando per le strade di pietra naturale, essendo un’area esclusivamente pedonale. Le mura e le torrette di Lagos, attualmente note come Castelo de Lagos, possono essere attraversate dalla Porta de São Gonçalo, situata tra due imponenti torri. A Lagos possiamo ancora trovare nel Porto di pesca vicino a Marina de Lagos la tradizionale arte della pesca, e nel Mercato municipale, dove dalla terrazza possiamo accedere al Centro de Ciência Viva de Lagos, iniziativa culturale promossa dal comune, dove scienza e tecnologia si fondono con un programma ludico-educativo di grande interesse per i più giovani e anche per gli adulti. Avenida dos Descobrimentos, un viale pedonale lungo il fiume Bensafrim, che si distingue per il suo costante paesaggio di barche che navigano nel canale fino al porto turistico e al porto di pescatori.
Fuori dalla zona murata di Lagos, possiamo trovare luoghi di interesse storico e religioso, ovvero la Igreja de Santo António, eretta nel XIII secolo e recuperata nel XVIII secolo, all’interno della quale troviamo il più ricco set di sculture barocche dell’Algarve e il Museu Dr. José Formosinho. Il Núcleo Museológico Rota da Escravatura o Mercado de Escravos, un’attrazione situata nel centro della città ritrae la tradizione del XVI secolo di vendita di schiavi portati dall’Africa. Segnaliamo anche la Chiesa Parrocchiale di Santa Maria de Lagos, del XV secolo in stile rinascimentale, che comprende una preziosa serie di immagini religiose in stile rococò.

Sul lato est del fiume Bensafrim troviamo spiagge e monumenti emblematici. La spiaggia di São Roque, di sabbia bianca e acqua trasparente, accanto alla famosa spiaggia di Meia, la cui sabbia si estende per 5 chilometri, dai moli del faro di dritta della città alla Ria de Alvor . Sulle dune della spiaggia di Meia Praia troviamo i ruderi dell’imponente Forte da Meia Praia, una fortezza marittima del XVII secolo a pianta quadrata realizzata a scopo difensivo. L’offerta delle spiagge consente la pratica di sport sulla sabbia e sul mare, e altre modalità, come il golf, possono essere praticate nel Palmares Golf, un campo da golf a 9 buche di fronte alla Ria do Alvor e al mare .

Da Lagos a Vila da Luz troviamo il campo Espiche Golf, che ci offre uno splendido scenario naturale e un percorso a 18 buche. Verso Sagres, ci imbattiamo in alcuni punti di alto interesse ricreativo e culturale, ovvero il gotico-romanico Igreja Nossa Senhora de Guadalupe, che si distingue per la semplicità della facciata, integrata in un ambiente naturale accanto alla strada N125 a Vila do Bispo. Arrivati ​​in questo villaggio, troviamo la Igreja Matriz de Vila do Bispo, una delle più importanti costruzioni barocche dell’Algarve, da cui spiccano le pareti interamente rivestite da piastrelle del XVIII secolo. Su questa strada troviamo l’ingresso al Santo António – Parque da Floresta Golf, un campo da golf circondato da ville che si estende sulle colline vicino al villaggio tradizionale di Salema.

Percorrendo il sentiero della scogliera da Lagos, nella sua congettura circolare, lasciamo Avenida dos Descobrimentos de Lagos, passiamo dal Belvedere di Praia da Batata per iniziare a intravedere un interessante insieme di spiagge e spazi di patrimonio, naturale e archeologico interesse fino a raggiungere la spiaggia Porto de Mós, una delle famose spiagge del comune, che si distingue per le sue alte scogliere, il mare calmo e le tonalità blu e verdi dei suoi dintorni.
Lungo questo percorso, troviamo il Clube de Vela de Lagos e la Praia dos Estudante, nonché il Ponte Romano di Lagos che si sovrappone alla spiaggia creando un arco in un paesaggio naturale. Collegato a questo, troviamo la Praia do Pinhão e subito dopo il Belvedere di Praia do Canavial da dove possiamo intravedere un vasto scenario sulla costa costiera, tagliata dalla scogliera. Praia de Dona Ana, Praia do Camilo, Praia da Boneca, Praia dos Pinheiros e Praia da Balança seguono questa linea sabbiosa e delimitata dalla scogliera, fino a raggiungere la fine della Ponta da Piedade, nel punto più meridionale di questo percorso. Al promontorio di Ponta da Piedade troviamo il belvedere e il Faro di Ponta da Piedade del XX secolo, che supporta la navigazione costiera. In questa località, anche le Grotte di Ponta de Piedade sono un punto di sosta obbligatorio. Infine, avanzando verso la spiaggia di Porto de Mós troviamo la spiaggia semicircolare di Barranco do Martinho e la piccola sabbia della spiaggia di Canavial, circondata da scogliere di tinta gialla.

Vila da Luz

Vila da Luz è un antico villaggio di pescatori tradizionale situato a pochi chilometri a ovest di Lagos, che anticamente costituiva un complesso romano. Vila da Luz fa parte di una passeggiata costiera lungo l’emblematica Praia da Luz, una spiaggia di sabbia chiara, circondata da rocce e dalla scogliera, da cui spicca il Punto di riferimento geodetico di Atalaia, situato a più di 100 metri di altitudine, e la Rocha Negra situata sul lato della scogliera verso il mare. Nelle vicinanze troviamo la Fortaleza settecentesca e il belvedere di Praia da Luz. Il centro storico del paese merita una visita per visitare la medievale Chiesa di Nossa Senhora da Luz de Lagos, con architettura gotica, manuelina e barocca. Ritornando sulla costa e avanzando in direzione di Sagres troviamo l’urbana Praia do Burgau, che segna il limite del Parque Natural do Sudoeste Alentejano e Costa Vicentina a ovest; le rovine del Forte de Almádena, noto anche come Forte da Boca do Rio; la tradizionale e peschereccia spiaggia di Salema; e la Praia do Zavial, che ci lascia a pochi chilometri da Sagres.

Sagres

Sagres è un villaggio storico dell’Algarve, costruito sulle rovine lasciate dal terremoto del 1755, noto per essere il punto estremo dell’Europa sud-occidentale. È anche il luogo in cui si trova il Faro di Cabo de São Vicente, evidenziato visivamente dalla sua torre in muratura e dalla vicinanza alla scogliera. Cabo de São Vicente è un punto di riferimento come punto di partenza e di arrivo per una delle linee ferroviarie europee GR11-E9, che collega Cabo de São Vicente in Portogallo, a San Pietroburgo in Russia, su una rotta costiera dell’Europa occidentale . Avanzando verso il villaggio di Sagres, troviamo il Faro di Sagres, situato accanto al XVI secolo Fortaleza de Sagres, la cui struttura difensiva, attualmente ancora visibile, risale al XVIII secolo. Questa fortezza è vicina alla Prainha das Poças e, a poche centinaia di metri, possiamo trovare la rinascimentale Chiesa di Nossa Senhora da Graça, con una facciata bianca e una sagoma semplice, all’interno della quale la pala d’altare di elementi di spicco sono il legno dorato e il pannello di maioliche rinascimentali. Qui possiamo visitare il porto peschereccio di Baleeira e goderci il tradizionale ingresso dei pescherecci, visitare la spiaggia di Baleeira e la spiaggia di Martinhal, sormontata dal famoso Martinhal Sagres Beach Family Resort Hotel. A Sagres ci sono alcune spiagge che fanno parte del motivo per cui Sagres è conosciuta come destinazione mondiale del surf, vale a dire l’urbana Praia da Mareta, Praia do Tonel e Beliche beach.

La costa occidentale di Sagres è riconosciuta come una vera destinazione mondiale per il surf grazie alle caratteristiche delle onde oceaniche, che forniscono onde di alta qualità e una varietà di spiagge di diversi tipi morfologici, con diversi tipi di sabbia e fondale roccioso, e orientamenti geografici che creano onde per la pratica di diversi livelli di surf. Praia do Tonel e Praia do Beliche si distinguono per la loro tranquillità e le formazioni rocciose, e vicino a Praia do Beliche possiamo visitare la Fortaleza do Beliche, le cui prime notizie storiche risalgono al secolo e che serviva a proteggere la regione dagli attacchi di pirati e corsari. Sempre sulla rotta dei surfisti, troviamo la naturale Praia do Telheiro; la spiaggia di Ponta Ruiva, con le sue scarpate e le isole di colore rosso; la spiaggia di Castelejo e il belvedere di Castelejo; la spiaggia di Cordoama, spiaggia di Amado molto ricercata dalle famiglie di surfisti, grazie alla facilità di parcheggio, infrastrutture e ampia sabbia, la spiaggia Portinho do Forno, spiaggia di Zimbreirinha e la spiaggia di Bordeira nota per essere il luogo dove sfocia il torrente Carrapateira, e per la lunga sabbia. A Carrapateira, considerato il ruolo storico e attuale dell’oceano per la regione, si consiglia una breve visita al Museo del Mare e della Terra di Carrapateira, dove il ruolo del mare nei costumi, nelle pratiche, nell’economia e è ritratta la tradizione della regione.

Aljezur

Aljezur è una città dell’Algarve, delimitata dal mare e dalle montagne, che si distingue per i suoi paesaggi naturali e per il suo patrimonio storico e culturale. Il patrimonio naturale di Aljezur è rappresentato dal Parque Natural do Sudoeste Alentejano e Costa Vicentina, un’area nazionale protetta che si estende per oltre 100 chilometri lungo la costa occidentale del Portogallo, tra la località Alentejo di Porto Covo e il villaggio dell’Algarve di Burgau, che copre i comuni dell’Algarve di Aljezur e Vila do Bispo. Questa regione ha un’enorme biodiversità, che comprende specie animali e vegetali uniche al mondo. La regione si distingue per la bellezza naturale dei suoi paesaggi, segnati dalle scogliere frastagliate e colorate che sono uno dei simboli di questo parco naturale. Lungo il parco naturale sono integrate innumerevoli spiagge, con dintorni rocciosi, sabbia chiara e per lo più con un mare favorevole alla pratica degli sport acquatici, compreso il surf. Tra le spiagge, segnaliamo piccoli villaggi posizionati di fronte al mare, con spiagge, stili di vita e ambienti molto propri, ovvero Porto Covo, Vila Nova de Milfontes o Arrifana. Il Parco Naturale dell’Alentejo sud-occidentale e della Costa Vicentina comprende anche eccezionali esempi del patrimonio costruito, tra cui il Faro di Cabo de São Vicente e altri spazi che segnano la storia nazionale, come la Ponta de Sagres.

Affacciato sul villaggio di Aljezur, il Castelo de Aljezur di origine araba e architettura militare conquistata nel XIII secolo serviva a difesa del territorio, che attualmente si distingue per la sua magnificenza nel punto più alto del villaggio. Tra gli spazi del patrimonio costruito, segnaliamo la Igreja Matriz de Aljezur, un tempio barocco e neoclassico del XVIII secolo che vanta una facciata bianca con un campanile, e dove troviamo l’immagine di Nossa Senhora da Alva , il mecenate locale. Nonostante il ricco patrimonio, le spiagge sono i tratti distintivi della regione. La Praia da Arrifana è un esempio di spicco, una spiaggia bandiera blu, situata in un’insenatura e la cui lunga sabbia è riparata dai venti settentrionali, e su questa spiaggia possiamo vedere la Pedra da Agulha, una dei punti di riferimento visivi della Costa Vicentina e scorci una vista privilegiata dalla Fortaleza da Arrifana. Pochi chilometri a nord, accanto alla spiaggia Medo da Fonte Santa, situata a nord di Ponta da Atalaia, possiamo trovare uno spazio di alto valore archeologico, con tracce di un antico Ribat musulmano. Avanzando verso Nord, troveremo la spiaggia di Monte Clérigo, integrata in un piccolo villaggio estivo, che si distingue per la sua sabbia estesa e per l’insolita piattaforma rocciosa che osserviamo con la bassa marea. In questa linea di spiagge spicca la Praia da Amoreira, con un verde che circonda la natura; la spiaggia di Carriagem e le formazioni rocciose che entrano nell’oceano; la spiaggia Vale dos Homens, di grande bellezza naturale; la spiaggia di Samouqueira, dove possiamo godere delle calde acque di una piccola baia e di un’interessante grotta attraversabile durante la bassa marea; il naturista Praia das Adegas; e Odeceixe Beach, circondata da macchia costiera e scogliere nere.

La storia dell’Algarve

L’Algarve è stata popolata dal 1000 aC da vari popoli, ovvero Celti, Iberici, Fenici, Cartaginesi, Romani, Vandali, Svevi, Visigoti e Arabi. Il periodo di occupazione musulmana è stato il più duraturo e di grande importanza per l’Algarve, per cinque secoli (715-1249), raggiungendo un elevato status culturale ed economico, principalmente a Silves, capitale di al-Gharb al-Andalus del tempo. L’influenza musulmana è ancora oggi visibile in molti aspetti della vita quotidiana di al Garb (in arabo significa “a ovest”), cioè nei camini dell’Algarve, nella formazione di alcune parole (quasi tutte le parole portoghesi che iniziano con “al” hanno origini arabe), nei mulini a vento, nella caravella portoghese, negli strumenti nautici e in alcune tecniche agricole.
L’Algarve fu conquistata il 29 marzo 1249 dal re portoghese D Afonso III, tuttavia fu durante il periodo delle scoperte portoghesi che l’Algarve ebbe una grande crescita economica, in particolare nelle città di Sagres e Lagos, che raggiunse una grande importanza grazie alla costituzione di residenza di Infante D Henrique, il grande guidatore delle scoperte.

La regione dell’Algarve ha vissuto un periodo di impoverimento tra il XVII e il XX secolo, con un focus su alcuni eventi, vale a dire il terremoto del 1755, che ha colpito profondamente la regione;

  • la fondazione di Vila Real de Santo António nel 1774 da parte del marchese di Pombal;
  • la creazione della Compagnia Generale della Pesca Reale del Regno dell’Algarve nel 1773;
  • la rivolta di Olhão, che consisteva nella rivolta del popolo di Olhão contro le invasioni francesi il 14 aprile 1808;
  • la creazione del trasporto marittimo a vapore tra Vila Real de Santo António e Lisbona il 2 giugno 1853;
  • e il collegamento della linea ferroviaria Faro-Barreiro il 21 febbraio 1889.
    Dagli anni ’70, l’economia dell’Algarve è cresciuta con una forte attenzione al settore turistico, inizialmente con la creazione delle località turistiche di Vilamoura, Quinta do Lago e Vale do Lobo, e successivamente dagli anni ’90 con la promozione di tutte le regione come “destinazione per il sole e il golf”. L’Algarve è attualmente la principale regione turistica del Portogallo, offrendo qualità in diverse nicchie turistiche, vale a dire: golf; spiagge; resort; porti turistici e nautici; osservazione uccelli; vino; gastronomia; equestre e anche con una forte componente di investimento immobiliare grazie alla forte valutazione e sicurezza degli investimenti.

Geografia dell’Algarve

Algarve confina a nord con Alentejo, a ovest ea sud con Oceano Atlantico e ad est con Spagna, separate dal fiume Guadiana. Conta circa 451mila abitanti su un’area geografica di 5412 km2, un’estensione di 135 km di lunghezza e una larghezza massima di 40 km. Con caratteristiche totalmente diverse in tutto il suo territorio, l’Algarve si divide in:

  • Barlavento Algarvio: è la parte occidentale dell’Algarve, comprende i comuni di Albufeira, Aljezur, Lagoa, Lagos, Monchique, Portimão, Silves e Vila do Bispo. Le principali attrazioni naturali sono le spiagge sabbiose con scogliere, come la spiaggia di Carvoeiro, il Parco Naturale del sud-ovest dell’Alentejo e della Costa Vicentina, la grotta di Benagil, i villaggi di pescatori;
  • Sotavento Algarvio: la parte orientale dell’Algarve, con enfasi sul Parco Naturale di Ria Formosa, un parco naturale che si estende da Quinta do Lago a Cacela Velha, tra le parrocchie costiere e l’oceano, compresi i comuni Alcoutim, Castro Marim, Faro, Loulé, Olhão, São Brás de Alportel, Tavira e Vila Real de Santo António;
  • Algarve centrale: è l’area di incontro tra il Barlavento e l’Algarve orientale, dove si trova l’area del Triangolo d’Oro, una triangolazione tra le tre località turistiche Quinta do Lago, Vale do Lobo e Vilamoura, le località più richieste dagli investitori stranieri in Algarve, responsabili della grande crescita dei turisti internazionali dagli anni ’70. Intorno al Triangolo d’Oro, l’Algarve ha sviluppato un’economia di servizi legati al investimenti di lusso, in particolare in più di 30 campi da golf, hotel a 5 stelle, ristoranti con stelle Michelin, architettura, ingegneria, architettura di interni, paesaggistica, agenzie immobiliari, supermercati di lusso (Apolónia e Baptista). L’esistenza del Triangolo d’Oro nel comune di Loulé ha fatto sì che tutte le parrocchie circostanti approfittassero di questa crescita, creando un’offerta di posti di lavoro legati al turismo e al servizio. Attualmente il resort Quinta do Lago si occupa di transazioni immobiliari, in un’unica proprietà, che superano facilmente i 10 milioni di euro, così come il resort Vale do Lobo. Quinta do Lago e Vale do Lobo sono resort rivolti esclusivamente a un vasto pubblico, mentre il resort di Vilamoura offre uno stile di vita più adatto alle famiglie, essendo cresciuto con un mercato più vario, con residenti portoghesi e internazionali, nonostante fornisca uno stile di alta qualità life, con una gamma più ampia di servizi per turisti e investitori!

Litoral do Algarve:

La costa dell’Algarve è l’area più popolata della regione. Con circa 200 km di costa, l’Algarve è divisa in tre territori:

  • il Planalto Vicentino, situato nella parte occidentale dell’Algarve con paesaggi di campi di dune fossili;
  • a Penisola di Sagres, conosciuta come promontorio di São Vicente, essendo il luogo dell’Algarve con la natura allo stato più puro e selvaggio. I punti salienti principali sono le spiagge rocciose con onde forti che forniscono surf, il Cabo de São Vicente e il Fortaleza de Sagres, noto anche come Castello di Sagres o Forte di Sagres;
  • costa sud: un territorio con falesie calcaree nel Barlavento e ampie spiagge sabbiose nel Sotavento

Barrocal Algarvio:

Barrocal do Algarve è la regione situata nel centro interno dell’Algarve, tra la costa e le montagne dell’Algarve, con un’estensione che inizia dal Capo di São Vicente e si estende fino a Castro Marim. È il luogo dove troviamo alcuni dei prodotti tipici dell’Algarve provenienti da alberi autoctoni, vale a dire mandorli, carrubi, ulivi e fichi. A Barrocal troviamo diversi punti di interesse ambientale, geologico, paesaggistico e culturale, come la Cascata Pego do Inferno, Cerro da Cabeça, Cerro de São Miguel, Rocha da Pena, Fonte Benémola, Nave do Barão, Castelo de Paderne e Castelo de Salir.

Serra Algarvia:

Serra Algarvia è una regione situata nel nord dell’Algarve, al confine con l’Alentejo, e copre circa il 50% del territorio dell’Algarve, caratterizzato da rilievi montuosi, vale a dire:

  • la Serra de Monchique, designata dagli arabi come Munt Sàquir (montagna sacra), situata nell’ovest dell’Algarve, con il punto più alto in Fóia, con 902 metri di altitudine;
  • la Serra do Caldeirão, situata al centro e ad est dell’Algarve, ha il punto più alto del Pelados, con 589 metri di altitudine;
  • la Serra de Monte Figo, copre i comuni di Faro, Olhão, Loulé e São Brás de Alportel, ha il punto più alto nel Cerro de São Miguel, con 411 metri di altitudine;
  • e La Serra de Espinhaço de Cão, situata nella parte occidentale dell’Algarve, ha il punto più alto nel punto di riferimento geodetico di Poldra, con 248 metri di altitudine.

Principali centri commerciali in Algarve

  • AlgarveShopping, situato nella parrocchia di Guia, vicino ad Albufeira;
  • Algarve Outlet Olhão, situato nella città di Olhão;
  • Aqua Portimão, situato nella città di Portimão;
  • MAR Shopping, Outlet e IKEA, situati vicino all’uscita 13 dell’autostrada Via do Infante, tra Loulé e Faro;
  • Forum Algarve, situato all’ingresso della città di Faro
  • Quinta Shopping, situato all’ingresso del resort Quinta do Lago
  • Tavira Gran-Plaza, situata nella città di Tavira

Aeroporto internazionale di Faro

L’aeroporto internazionale di Faro si trova a quattro chilometri dalla città di Faro. È la porta d’accesso alla regione con 36 campi da golf e più di 300 giorni di sole all’anno. Da Faro possiamo volare in Portogallo a Lisbona, Porto, Ponta Delgada nelle Azzorre e Funchal sull’isola di Madeira. Al di fuori del Portogallo, il Regno Unito, la Germania, i Paesi Bassi e la Repubblica d’Irlanda rappresentano oltre l’80% dei voli in arrivo all’aeroporto internazionale di Faro. Ci sono anche collegamenti aerei tra l’aeroporto internazionale di Faro verso: Vienna, Austria; Bruxelles (Charleroi e National Zavetem) in Belgio; Copenhagen in Danimarca; Madrid (Barajas) in Spagna; Bordeaux, Lille, Lione, Marsiglia (Provenza), Nantes, Parigi (Beauvais-Tille, Charles de Gaulle e Orly) e Tolosa in Francia; Città di Lussemburgo in Lussemburgo; Oslo (Gardermoen) in Norvegia; Praga, nella Repubblica Ceca; Stoccolma (Arlanda) in Svezia; Basilea, Ginevra e Zurigo in Svizzera; e fuori dall’Europa, Toronto (Pearson) in Canada.

Porti turistici e rifugi dell’Algarve

L’Algarve è visitata via mare da marinai e crociere da tutto il mondo. È una delle mete di arrivo dei marinai che attraversano l’Oceano Atlantico dal continente americano, dai Caraibi, dal nord Europa e dal Mar Mediterraneo.

  • Vilamoura Marina: situato a Vilamoura, è il primo porto turistico in Portogallo, aperto nel 1974. Il porto turistico di Vilamoura ha ricevuto numerosi premi, ovvero Bandiera Blu d’Europa, Miglior Marina in Portogallo assegnato da Publituris Portugal Trade Awards e il International Marina of Distinction 2015-2017. Il porto turistico di Vilamoura si trova a circa 160 miglia da Lisbona, 140 miglia da Gibilterra e 190 miglia da Puerto Banus. Dispone di 825 ormeggi per imbarcazioni fino a 60 metri di lunghezza e 4 metri di pescaggio. Il porto turistico di Vilamoura è il campo di allenamento per le regate internazionali con il progetto Vilamoura Sailing che attira velisti olimpici e professionisti da tutto il mondo. Accanto al porto turistico c’è il CIMAV, circolo velico fondato nel 1975 che forma giovani velisti, e organizza regate di grande prestigio, ovvero il Carnival International Sailing Tournament.
  • Marina de Albufeira: situata a ovest del centro della città di Albufeira, è stata inaugurata nel 2004 e ha ricevuto diversi premi, vale a dire Five Golden Anchors, assegnato dalla “The Yacht Harbor Association”; Secondo miglior porto turistico del 2015 e Bandiera Blu d’Europa, l’unico porto turistico in Portogallo a ricevere questo riconoscimento per il decimo anno consecutivo. Il porto turistico di Albufeira dispone di 475 posti barca per imbarcazioni fino a 32 metri di lunghezza e 4,5 metri di pescaggio.
  • Marina de Lagos: situata sulla sponda orientale del torrente Bensafrin, vicino al centro storico della città di Lagos, è stata inaugurata nel 1994, dopo aver ricevuto diversi premi, ovvero Euromarina Anchor Award, Bandiera Blu d’Europa , Five Anchors Gold Anchor Award e Five Star Blue Star Marina. La marina di Lagos dispone di 462 ormeggi per imbarcazioni fino a 30 metri di lunghezza e 3 metri di pescaggio.
  • Marina de Portimão: è un riferimento per yacht fino a 50 metri di lunghezza, con 620 ormeggi per imbarcazioni fino a 50 metri di lunghezza e 4,2 metri di pescaggio. Il porto turistico di Portimão detiene numerosi premi, tra cui il Global Anchor Awards assegnato dalla The Yacht Harbor Association, il Jack Nichol Award e il premio Bandiera Blu d’Europa.
  • Porto de Recreio de Olhão: situato nella città di Olhão, nel cuore di Ria Formosa, ha una capacità di 320 barche fino a 15 metri di lunghezza e 2,5 metri di pescaggio.
  • Porto de Recreio de Tavira: porto da diporto situato a Tavira, con una capacità di 70 ormeggi per piccole imbarcazioni.
  • Porto do Recreio do Guadiana: situato a Vila Real de Santo António, con una capacità di 360 barche fino a 20 metri di lunghezza e 3 metri di pescaggio. Il porto da diporto di Guadiana comprende vari servizi e infrastrutture, vale a dire la Scuola di vela dell’Associação Naval do Guadiana.

Ospedali pubblici in Algarve

  • Centro Hospitalar Universitário do Algarve – Hospital de Faro;
  • Ospedale Distrettuale di Lagos / Centro Ospedaliero Barlavento Algarvio;
  • Centro Hospitalar Universitário do Algarve – Hospital de Portimão.

Ospedali privati ​​in Algarve

  • Hospital de Loulé (aperto 24 ore)
  • Grupo HPA SAUDE Hospital Particular do Algarve (aperto 24 ore), con diversi centri ad Alvor; Gambelas, Faro; Ospedale São Camilo, Portimão; Ospedale São Gonçalo de Lagos.
  • Ospedali Lusíadas
Back to Top
error: