Santarém, con vista sulle Lezirias do Tejo e sul ponte Dom Luís I.

Santarém, con vista sulle Lezirias do Tejo e sul ponte Dom Luís I.

Santarém

La regione di Santarém è nota per il Tago lezirias, vaste pianure inondate dal fiume, con terreni estremamente fertili per l’agricoltura. Luogo di produzione di vino, olio, cereali e frutta, dove si possono vedere al pascolo mandrie di bovini e cavalli. La città di Santarém è stata fondata nel 1868, è la capitale del Ribatejo e del distretto di Santarém, situato nella regione dell’Alentejo, e della sottoregione Lezíria do Tejo, sulla riva destra del fiume Tago. Santarém è un luogo di popolari tradizioni portoghesi di danza fandango e arte della corrida con campinos (cavalieri contadini), tori e cavalli. Santarém è la capitale dell’architettura in stile gotico e la terra della libertà, da dove i militari partirono nelle prime ore del 25 aprile 1974 per rovesciare il vecchio regime dittatoriale portoghese. Santarém è il centro religioso, il distretto del Portogallo dove troviamo il santuario di Nossa Senhora de Fátima.

Il distretto di Santarém è diviso in tre aree:

1. Il quartiere o “Ribatejo Norte”: situato sulla riva destra del fiume Tago. Il quartiere comprende i comuni di Vila Franca, Rio Maior, Torres Novas e Tomar. Il paesaggio di questa regione è segnato dalla produzione agricola di oliva, vino, mais e grano.
2. A Charneca o “Ribatejo Sul”: situato sulla riva sinistra del fiume Tago. Charneca comprende i comuni di Benavente, Salvaterra de Magos, Almeirim, Alpiarça, Chamusca, Golegã e Coruche. In questa regione si coltivano cereali, vino e riso. Una caratteristica del paesaggio in questa zona è l’esistenza di vaste pianure con foreste di eucalipti, pini e querce da sughero – qui si estrae il sughero.
3. Lezíria o “Terras da Borda d’Agua: è la zona più fertile di Ribatejo e una delle più fertili d’Europa. Lezíria corrisponde geograficamente ai comuni di Almeirim, Alpiarça, Azambuja, Benavente, Cartaxo, Chamusca, Coruche, Golegã, Rio Maior, Salvaterra de Magos e Santarém. Ha una superficie di circa 20mila ettari e la più vasta area di querce da sughero dell’intero Paese. Lezíria ha produzioni agricole varie ed estese: ortaggi, frutta, cereali, risaie, pinete, oliveti, vigneti.

Luoghi da visitare nella città di Santarém

1. La città di Santarém

Santarém è organizzato in tre aree distinte:

  • Centro storico di Santarém: con enfasi sulle strade decorate con ciottoli portoghesi, limitate da edifici storici, l’intera area del centro storico deve essere percorsa a piedi. Attorno al centro storico troviamo il giardino Liberdade, l’edificio del tribunale, il mercato di Santarém, la chiesa di Nossa Senhora da Piedade e il giardino della Repubblica. Uno degli ingressi al centro storico è attraverso la piazza Sá da Bandeira, di fronte al seminario Santarém, una piazza dove troviamo la statua di Sá da Bandeira, circondata da caffè con terrazza. Seguendo la Rua Serpa Pinto, troviamo le botteghe locali, distribuite su un’area di strade strette, con incroci, piazze ed edifici storici che fiancheggiano le tradizionali strade in pietra del pavimento portoghese.
  • Alfange: è l’area situata sulla costa del fiume Tago a sud del ponte Dom Luís I, un tempo luogo di intensa attività di pesca, commerciale e industriale fino al XIV secolo. Alfange de Santarém è stato recuperato dal progetto Al-Margem.
  • Ribeira de Santarém: è l’area della città situata sulla costa del fiume Tago a nord del ponte Dom Luís I. Il nome “Santarém” ha origine da questo luogo, perché “Santa Iria” è sepolta qui o “Irene” (VII-VIII secolo). L’area di Ribeira de Santarém è cresciuta tra il XII e il XIV secolo a causa del commercio che arrivava da Lisbona lungo il fiume Tago. Ribeira iniziò a perdere importanza nel 1861, anno in cui il treno arrivò in città. Questa parte della città è particolarmente nota per il gran numero di ristoranti e per i pescherecci artigianali. La Ribeira de Santarém ha un patrimonio da visitare, vale a dire il ponte D Luís, inaugurato nel 1881, uno spettacolare ponte sul paesaggio del Tago lezírias, la piazza Oliveira Marreca, la Cappella di Nossa Senhora das Neves, il Vecchio Ospedale di Santa Iria , la Chiesa di Santa Iria, il ponte Alcorce, la Chiesa di Santa Cruz, la stazione ferroviaria, la fontana Palhais e il Museo Etnografico Ribeira de Santarém.

2. Jardim das Portas do Sol

Portas do Sol Garden: è un giardino situato all’interno delle mura del vecchio castello di Santarém, alla fine della città storica, in un punto alto sul fiume Tago, con una vista mozzafiato sul Ponte Dom Luís I, fiume Tago e Tago Lezírias. È uno dei luoghi più apprezzati da visitare a Santarém. Da Castelo de Santarém, un antico castello di montagna del XVII secolo con solo pochi tratti delle antiche mura rimanenti e la Torre das Cabaças, la Torre dell’orologio del castello costruita nel XV secolo, da le prime torri dell’orologio dal Portogallo. Alla fine del XX secolo, la Torre è stata trasformata in un museo, Núcleo Museológico do Tempo, le cui collezioni sono organizzate al 1 ° piano con la Sala dos Pesos, che mostra al visitatore il tempo in cui il tempo è stato misurato da l’osservazione delle stelle; al piano 2 dove troviamo la “Sala da Máquina”, che trasporta i turisti alla Rivoluzione Industriale e all’apparizione dell’orologio meccanico; e il piano 3 che integra la “Sala di osservazione”, portandoci in cima alla torre, dove possiamo conoscere il tempo in tutta la città di Santarém.

3. Casa dos Patudos

Casa dos Patudos è una casa museo situata in un palazzo ad Alpiarça a 10 km da Santarém, un’eredità lasciata da José de Mascarenhas Relvas al comune di Alpiarça per essere trasformata in un museo. La casa fu costruita nel 1906 per volere di José Relvas, che lasciò la sua proprietà in testamento. Casa dos Patudos ha una collezione di opere datate dalla fine del Medioevo all’inizio del XX secolo, con opere di architettura, pittura, scultura e altre arti, oltre a mobili, tessuti e porcellane. Tra uno dei pezzi più noti c’è un dipinto di Rembrandt. La Casa dos Patudos è classificata come proprietà di interesse pubblico.

4. Graça Church

Chiesa di Santa Maria da Graça: o Chiesa di Santo Agostinho è un antico convento maschile, con architettura gotica del XIV secolo. La facciata è imponente, con una rosa scolpita in un’unica pietra, messa in risalto sopra l’ingresso decorato da due archi di cherosene. All’interno della chiesa possiamo visitare un insieme di mausolei e lapidi sepolcrali blasonate, dove sono sepolti elementi ancestrali della nobiltà portoghese. La Chiesa Graça si trova nel centro storico di Santarém, di fronte a Largo Pedro Álvares Cabral, dove troviamo la statua di Pedro Álvares Cabral. L’edificio della chiesa di Santa Maria da Graça è classificato Monumento Nazionale dal 1910.

5. Chiesa di Santa Maria de Marvila

Chiesa di Santa Maria de Marvila: è una chiesa del XVI secolo situata in Largo de Marvila, nel cuore del centro storico di Santarém. Le principali attrazioni della Chiesa di Marvila sono gli interni decorati con oltre 65mila piastrelle, il presbiterio e l’imponente portale gotico all’ingresso della chiesa.

6. Ponte Rainha D. Amélia

Ponte Rainha D.Amélia: è un ponte ferroviario del 1904 con 840 metri, costruito in struttura in ferro, convertito per uso stradale nel 2001 con una sola carreggiata e due passaggi pedonali da cui si gode la vista sul Tago Fiume.

7. Ponte D. Luís I

Ponte D. Luís I: noto come “Ponte de Santarém”, è un ponte metallico che attraversa il fiume Tago sulla strada nazionale 114, che collega Santarém ad Almeirim. Inaugurato nel 1881, era considerato all’epoca uno degli esempi di architettura in ferro. Questo ponte fa parte della scena postale che vediamo dal Jardim das Portas do Sol

8. Torre delle Cabaças

Torre das Cabaças: è una torre dell’orologio del XV secolo con 8 finestre, classificata come monumento nazionale, nota come Torre dell’orologio. Il nome “(Cabaças) Zucche” ha origine nel XVIII secolo, quando sulla torre furono poste 8 zucche in pietra, che le persone classificarono come rappresentanti dei capi dei loro consiglieri comunali.

9. Museo Diocesano di Santarém

Museo Diocesano di Santarém: è un museo di arte sacra molto apprezzato dai visitatori, situato nella Sé Catedral de Santarém, denominata chiesa Nossa Senhora da Conceição, creato con lo scopo di preservare le opere d’arte nella distretto di Santarém.

10. Chiesa di Nossa Senhora da Piedade

Chiesa di Nossa Senhora da Piedade: è una chiesa del XVII secolo, di stile manierista di fondo, con influenze barocche. La chiesa si trova nel centro storico di Santarém, sul sito del vecchio porto della città di Santarém.

Altre attrazioni nella regione di Santarém

Santuario di Nostra Signora di Fatima

Santuario di Nossa Senhora de Fátima: è una delle più importanti destinazioni di turismo religioso al mondo, situata a 59 km dalla città di Santarém, e 26 km dalla città di Leiria. Il Santuario di Fátima è costituito dalla piazza del Santuario, la Basilica di Nossa Senhora do Rosário, una basilica in stile barocco alta 70 metri, la Capela das Aparições (luogo dove possiamo intravedere il piedistallo su cui si trova la scultura originale di Nossa Senhora de Fátima, che segna il luogo dove c’era un piccolo leccio su cui si crede che la Beata Vergine Maria sia apparsa ai tre pastorelli), e la Basilica di la Santissima Trinità, una chiesa molto grande dedicata alla Santissima Trinità, con 8633 posti a sedere. Il santuario di Fátima è stato teatro dei più grandi eventi religiosi della chiesa cristiana, noto come il miracolo di Fatima, composto dalle apparizioni dell’Angelo della Pace e della Madonna di Fatima.

Valinhos a Fátima

Valinhos em Fátima: è una destinazione religiosa, composta dalla terra che i tre pastori di Fatima hanno attraversato dalle loro case di Aljustrel a Cova da Iria per il pascolo delle loro greggi, dove due delle apparizioni dell’Angelo di La pace avvenne nel 1916. Attualmente possiamo percorrere il percorso della Via Sacra fino al Calvario Ungherese, dove troviamo le sculture dell’Angelo del Portogallo Loca do Cabeço (Angelo della Pace) e le varie stazioni della Via Crucis.

Casa di Lucia

Casa de Lúcia, è una casa museo nella parrocchia di Aljustrel. È il luogo in cui suor Lucia (uno dei 3 pastorelli che hanno assistito al miracolo di Fatima) ha vissuto fino a quattordici anni e dove è stata interrogata per la prima volta. Casa de Lúcia è stata offerta dalla stessa Lucia nel 1981 al Santuario di Fátima. Ricrea la vita quotidiana della famiglia. Il clou principale è il Poço do Arneiro, che si trova sul retro della casa, dove l’Angelo è apparso per la seconda volta e dove Lucia ha visto uno dei papi piangere in una grande casa. La casa museo si trova a breve distanza dal santuario di Fátima, tuttavia c’è un treno turistico che collega il santuario e la casa museo.

Casa di Francisco e Jacinta Marto

Casa de Francisco e Jacinta Marto: conosciuta anche come Casa dos Pastorinhos, è una casa-museo situata ad Aljustrel vicino alla casa di Lúcia, Fátima. È una casa molto semplice che dimostra il modo umile in cui vivevano i pastorelli.

Convento de Cristo (Tomar)

Convento de Cristo: è un insieme di monumenti classificato come Monumento Nazionale e Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, costruito a partire dal 1160 per l’Ordine dei Templari, essendo stato ampliato fino al XVIII secolo con vari stili architettonici, vale a dire romanico, gotico, manuelino, rinascimentale e manierismo. Il Convento de Cristo si trova nella parte superiore occidentale della città di Tomar, e comprende il Castelo Templário de Tomar, il convento dell’Ordine di Cristo del periodo rinascimentale, il recinto conventuale (Mata dos Sete Montes), la Ermida da Immaculada Conceição e l’acquedotto conventuale (Aqueduto dos Pegões). Il Convento de Cristo è tra le attrazioni più apprezzate del Portogallo.

Città di Tomar

Tomar: è una città storica legata all’Ordine dei Templari dal 1159. Fu in questo anno che questo ordine religioso ricevette Tomar come ricompensa per l’aiuto offerto a D Afonso Henriques nella riconquista cristiana. Il castello di Tomar e il convento di Cristo sono un patrimonio mondiale dell’UNESCO. A Tomar, segnaliamo la Sinagoga, Mata dos Sete Montes e Chiesa di Santa Maria do Olival. Tomar tiene la Festa dos Tabuleiros ogni anno. La gastronomia di Tomar comprende piatti come i cavoli à Prior, la trippa da Junceira, le castagne dolci, i formaggi di mandorle, le fette di Tomar, le “torte da letto” e il “baciami velocemente”.

Grotte di Mira de Aire

Grotte di Mira de Aire: sono le più grandi grotte del Portogallo, scoperte solo nel 1947, e sono attualmente classificate come una delle 7 meraviglie naturali del Portogallo. Sono grotte calcaree formate oltre 150 milioni di anni fa. Si trovano a Mira de Aire, nel comune di Porto de Mós, nella parte orientale del parco naturale Serras de Aire e Candeeiros, tra Leiria e Santarém. Le grotte di Mira de Aire sono aperte al pubblico, sfruttate per il turismo per garantire la loro conservazione e la sicurezza dei visitatori. Nel complesso delle grotte di Mira de Aire ci sono servizi di alloggio, un ristorante, un parco acquatico, una mostra di temi geologici e un ambiente naturale. Possiamo visitare 600 metri di grotte in circa un’ora, per un totale di 11 chilometri di lunghezza e 110 metri di profondità. La temperatura all’interno delle grotte è di 17 ° C, illuminata artificialmente per garantire la sicurezza dei visitatori. La discesa viene effettuata tramite scale e la risalita in superficie viene effettuata tramite ascensore. Nelle grotte di Mira de Aire possiamo vedere diverse gallerie con antiche stalattiti e stalagmiti.

Parco naturale di Serras de Aire e Candeeiros

Parco Naturale Serras de Aire e Candeeiros: è un parco naturale con un’estensione approssimativa di 39mila ettari, area protetta dal 1979, con paesaggio roccioso calcareo e il più grande bacino sotterraneo di acqua dolce del Portogallo, alimentato dall’acqua della pioggia sotto forma di corsi d’acqua sotterranei, in un prolungamento dal Rio Maior a Porto de Mós, dove troviamo più di millecinquecento grotte, algares (grotte verticali scavate nella roccia calcarea naturalmente dall’erosione delle acque), campi di lapiás (carsico rilievi, un tipo di rilievo geologico caratterizzato dalla dissoluzione della roccia), doline (alcune con lagune), uvalas e il Polje de Minde. In altre parole, rocce lavorate dall’erosione, creando grotte, grotte, laghi e altri luoghi di grande spettacolarità. Nel Parco Naturale di Serras de Aire e Candeeiros troviamo le grotte o grotte di Mira de Aire una nota attrazione geologica in Portogallo, e le sorgenti di Olhos de Água do Alviela, responsabili della fornitura di acqua a Lisbona da allora 1880. Il Parco Naturale Serras de Aire e Candeeiros è anche un luogo per il birdwatching, pipistrelli, mammiferi rari, rettili, anfibi, insetti, con più di 300 specie di farfalle e altre specie. Qui troviamo anche il Monumento naturale delle impronte di dinosauro della Serra de Aire, un’area di circa 20 ettari classificata come monumento naturale scoperto nel 1994, con tracce di sauropodi (uno dei due grandi gruppi di dinosauri con corpi grandi, con un collo lungo che terminava con una testa piccola e una coda lunghissima) 20 dei sentieri più grandi, più antichi e chiari conosciuti, con un’età di 175 milioni di anni.
Il Parco comprende i comuni di Alcobaça, Porto de Mós, Alcanena, Rio Maior, Santarém, Torres Novas e Ourém. Le principali attrazioni del Parco Naturale Serras de Aire e Candeeiro sono il villaggio di Barrenta, il Centro Scientifico Alviela, il Centro di Interpretazione Sotterranea Gruta da Pena, Centro di Interpretazione del Sorgenti di Alviela, la Grotta dei Moinhos Velhos, le Impronte di dinosauro con 175 milioni di anni e le Grotte di Mira D’Aire e l’interpretazione sotterranea Grotto do Almonda Centro ** composto da diversi corsi d’acqua sotterranei per oltre 15 km originati alla sorgente del fiume Almonda, con la più estesa rete carsica attualmente conosciuta in Portogallo, e l’esistenza di depositi datati dal Paleolitico inferiore all’epoca romana.

Ecopista di Porto de Mós

Ecopista de Porto de Mós: è un ecopista situato a nord del Parco Naturale Serras de Aire e Candeeiros con una lunghezza approssimativa di 12 km tra il Minas da Bezerra e il Porto de Mós . L’ecopista è stato adattato dalla vecchia linea ferroviaria che collegava le miniere e Porto de Mós. Al giorno d’oggi, è un modo popolare per gli sportivi di correre, fare escursioni e andare in bicicletta lungo un sentiero circondato da natura, storia e paesaggi fantastici.

Grotte di Moeda

Grotte di Moeda: situate a São Mamede, a circa cinque minuti in auto da Fátima. Le grotte di Moeda furono scoperte accidentalmente nel 1971 da due cacciatori che stavano inseguendo una volpe. La temperatura delle grotte raggiunge i 18 gradi e ha una profondità di 45 metri. I punti salienti principali sono il Lago da Felicidade, la Sala do Presépio, il Pastor, la Cascata, la Cupola Rossa, la Marittima , la Capela Imperfeita, la Abóboda Vermelha, la Fonte das Lágrimas, il Centro di interpretazione scientifico-ambientale.

Grotte di Alvados

Grotte di Alvados: grotte con più di 50.000 anni di età situate nel cuore del Parco Naturale Serras de Aire e Candeeiros. All’interno, le grotte hanno un’altezza totale di 100 metri che attraversano diverse camere decorate con stalagmiti e stalattiti, ad una temperatura media costante di 17º.

Centro Ciência Viva de Constância

Centro Ciência Viva de Constância: è il centro Constância dell’Agenzia nazionale per la cultura scientifica e tecnologica. Il Centro Ciência Viva di Constância si trova nell’Alto de Santa Bárbara, fuori dalle zone di inquinamento luminoso, da dove si gode di un’ottima vista panoramica. È dedicato all’Astronomia, in un’area di 10.000 m2 con un planetario, un laboratorio di eliofisica, un auditorium multimediale, un anfiteatro all’aperto e cinque cupole di osservazione astronomica. Una cupola mobile installata sulla terrazza dell’edificio principale è dotata di un telescopio catadiottrico di 10 °, tipo Schmidt Cassegrain. Al Science Center ci sono diversi moduli esterni che rappresentano il sistema solare, una giostra che rappresenta il Sole, la Terra e la Luna, un globo terrestre, una sfera celeste e una meridiana analemmatica.

Castello di Almourol

Castelo de Almourol: è un castello classificato Monumento Nazionale, situato su un’isola del fiume Tago, essendo uno dei castelli più conosciuti ed emblematici dei Templari in Portogallo. Il castello di Almourol risale al 12 ° secolo, costruito in un luogo che in precedenza sarebbe stato occupato da Alanos, visigoti e musulmani dal 3 ° all’8 ° secolo. Dall’alto delle mura possiamo avere una vista panoramica sul fiume Tago e sulla verde natura. Il kayak fluviale è uno dei modi più radicali per visitare i dintorni del Castello, molto apprezzato durante i caldi mesi estivi!

Vila Nova de Barquinha

Vila Nova de Barquinha: è una città situata nella lezíria sul fiume Tago. Le principali attrazioni di Vila Nova de Barquinha sono il castello di Almourol, il Parque de Barquinha in riva al fiume, un luogo dove gli abitanti passeggiano e praticano sport, tra cui la canoa sul fiume Tago, l’Igreja Matriz da Atalaia, il Cappella di Nossa Senhora dos Remédios, Cappella di Roque Amador e Praça de Toiros. La festa che attira il maggior numero di visitatori in questa località è la Grande Feira de Vila Nova de Barquinha, che include le corride.

Saline naturali di Rio Maior

Saline naturali del Rio Maior: note anche come Salinas da Fonte da Bica, sono saline situate a 30 km dall’oceano, risalenti al 1177 e classificate come Edifici di Interesse Pubblico, le uniche saline del Portogallo dove il sale del tuorlo viene ancora prodotto. Secondo studi antropologici, si ritiene che la raccolta del salgemma risalga alla preistoria. Secondo studi tecnici la salina è attraversata da un ruscello sotterraneo che alimenta un pozzo, dando origine ad acqua salata, sette volte più salata dell’acqua di mare. Le saline sono circondate da vigneti e terreni agricoli, che trasformano l’ambiente circostante in un magnifico paesaggio.

Parco Mouchão

Parque do Mouchão: è un parco situato su una piccola isola sul fiume Nabão, nella città di Tomar. È un luogo verde ideale per rilassarsi nel centro della città circondato dal fiume. Il Parque do Mouchão è collegato ai due lati della città da quattro ponti pedonali, tra cui il Ponte Velha, o Ponte de Dom Manuel, un ponte secolare costruito sfruttando un ex ponte romano . Al centro del parco possiamo vedere la ruota del Park o Mouchão, un mulino ad acqua costruito in legno che lavora con l’acqua del fiume.

Pia do Urso Sensory Ecopark

Pia do Urso Sensory Ecopark: è un villaggio con case in pietra situato a Serra de Aire e Candeeiros, molto popolare tra gli amanti della natura e delle passeggiate all’aria aperta. In questo villaggio è presente un ecoparco adattato per i non vedenti, con percorsi sensoriali. Al Pia do Urso Sensory Ecopark possiamo conoscere alcune storie della regione, fare picnic, fare escursioni e goderci la natura. La leggenda del villaggio di Pia dos Ursos racconta che in passato gli orsi venivano in questo luogo per bere l’acqua dai pozzi naturali di roccia.

Castello di Ourém

Castelo de Ourém: noto anche come Paço dos Condes de Ourém, è un castello in stile romantico del XII secolo situato sopra la città medievale di Ourém e il fiume Seiça. Vicino al Castello di Ourém troviamo la Chiesa della Collegiata di Nossa Senhora da Misericórdia, una chiesa barocca fondata da D. Afonso Henriques, rimaneggiata e ampliata nel 1445 dal conte D. Afonso, distrutta dal terremoto del 1755, e ricostruita tra il 1758 e il 1766.

Castello di Abrantes

Castelo de Abrantes: noto anche come Fortaleza de Abrantes, è un castello medievale del XII secolo con uno stile inizialmente romantico e uno stile gotico originato da una ristrutturazione del XIII secolo, costruito in muratura di pietra, situato a sorgente della città di Abrantes, in posizione dominante sulla riva destra del fiume Tago. Dal giardino del castello possiamo godere di una vista panoramica, e dalle mura abbiamo una fantastica vista sulla città di Ourém. All’interno delle mura troviamo la Chiesa di Santa Maria do Castelo di stile gotico, trasformata in un museo storico, con una collezione di collezioni di scultura romana, sculture tombali del XV e XVI secolo, pannelli di tegole sivigliane e altro opere d’arte.

National Railway Museum

Museo Nazionale Ferroviario: è un museo con una collezione composta da 36000 oggetti legati alla ferrovia antica, vale a dire attrezzature, abbigliamento, attrezzi, vagoni e vecchie locomotive a vapore, diesel ed elettriche, con modelli rappresentativi del treno reale portoghese e del treno presidenziale. Qui possiamo conoscere la storia della ferrovia in Portogallo, in Europa e nel mondo, con una mostra permanente e diverse mostre temporanee. Il Museo Nazionale Ferroviario si trova nel Complesso Ferroviario dell’Entroncamento. La stazione ferroviaria di Santarém è stata aperta nel 1861, operando tra il 1870 e il 1925. L’edificio presenta pannelli di piastrelle del XIX secolo che raffigurano le tradizioni e la storia di Ribatejo. Il Museo è installato in uno degli edifici della stazione e le sue principali attrazioni sono le locomotive di Salão do Príncipe e Salão D Maria Pia.

Chiesa di Santa Maria dos Olivais

Chiesa di Santa Maria dos Olivais: è una chiesa in stile gotico del XII secolo classificata Monumento Nazionale, situata nella città di Tomar. La Chiesa di Santa Maria dos Olivais fu fondata dal maestro templare Gualdino Pais sul luogo dove sorgeva un monastero del VII secolo dell’Ordine dei Benedettini. Era l’ex quartier generale dell’Ordine dei Templari, era la chiesa madre di tutte le chiese nei territori scoperti in Asia, Africa e America, e fungeva da pantheon per i maestri dell’Ordine dei Templari. La chiesa di Santa Maria dos Olivais si trova nell’antica città romana di Sélio.

Chiesa di São João Batista (Tomar)

Igreja de São João Batista: è una chiesa del XV secolo classificata come Monumento Nazionale, situata nella città di Tomar, nel centro dove si trova la Festa dos Tabuleiros, una festa pagana che si tiene a luglio ogni quattro anni Anni. All’interno della chiesa possiamo apprezzare dipinti del XVI secolo che includono un’Ultima Cena di Gregório Lopes.

Museo di arte preistorica e sacra nella valle del Tago

Museo di Arte Preistorica e Sacra nella Valle del Tago: è un museo situato a Mação, responsabile di visite guidate alle Incisioni rupestri della Vale do Ocreza risalenti al Paleolitico, situate sulle rive del il fiume Ocreza, dalla diga Pracana alla Barca da Amieira, attorno al viadotto A23, le incisioni si trovano negli ultimi 4 di 14 chilometri

Museo delle cere di Fátima

Museu de Cera de Fátima: è un museo dove espone, attraverso bambole e scene di cera molto realistiche, la rappresentazione della storia dei pastorelli di Fátima, le più importanti vicende storiche legate alle apparizioni della Madonna e l’angelo del Portogallo.

Acquedotto di Pegões

Acquedotto Pegões: è un acquedotto del 1614 con una lunghezza di circa 6 km, un’altezza massima di 30 metri, composto da 16 archi a sesto acuto, sormontati da 58 archi a tutto sesto, classificato Monumento Nazionale. L’acquedotto Pegões è stato costruito con lo scopo di fornire acqua al Convento de Cristo a Tomar. Attualmente possiamo visitare e percorrere l’acquedotto in un prolungamento di 1 km sotto la nostra responsabilità, non essendoci protezioni laterali.

Parco ambientale di Santa Margarida

Parco Ambientale Santa Margarida: è un parco naturale situato vicino al villaggio di Constância, con programmi di educazione ambientale, dove possiamo visitare il Giardino delle Piante Aromatiche e Medicinali, esplorare i circuiti di interpretazione ambientale, salire all’Osservazione Torreggia e impara a conoscere argomenti legati all’ambiente. Al Parco Ambientale di Santa Margarida, possiamo anche visitare la Farfalla Tropicale, uno spazio didattico che mira a sensibilizzare sull’importanza di preservare le farfalle e sulla loro importanza nel nostro ecosistema.

Falconry Royal

Falcoaria Real: è uno spazio per l’addestramento degli uccelli selvatici situato a Salvaterra de Magos, classificato dall’UNESCO come patrimonio culturale e immateriale dell’umanità. L’obiettivo di Falconry Royal è quello di salvaguardare un patrimonio antico, definito come uno dei rapporti più antichi tra uomo e uccello. Qui possiamo visitare la storia del villaggio di Salvaterra de Magos e scoprire la mostra interattiva del mondo della falconeria dal Neolitico ai nostri giorni. In Falconry possiamo assistere alla dimostrazione dei voli di addestramento gratuiti che i falchi catturano “false prede” rilasciate dai falconieri.

Torre de Dornes

Torre de Dornes: è una torre pentagonale in muratura in pietra, classificata come Edificio di Interesse Pubblico, costruita su un’antica torre romana a difesa della linea del Tago. La Torre de Dornes si trova nel villaggio di Dornes, su una penisola del fiume Zêzere, di fronte al Santuario di Nossa Senhora do Pranto.

Riserva naturale dell’estuario del Tago

Riserva naturale dell’estuario del Tago: è una riserva integrata nella più grande zona umida del Portogallo, situata a sud di Santarém. Si tratta di una zona palustre, con un habitat ricco di molluschi e crostacei, vivaio di varie specie di pesci marini, zona di transizione tra l’ambiente marino e fluviale per i pesci migratori. Gli uccelli acquatici sono di estrema importanza europea per l’estuario del Tago, con circa 120.000 individui di specie svernanti, vale a dire più di 10.000 anatre e 50.000 uccelli costieri, fenicotteri, oche selvatiche e falchi dal petto nero. La riserva naturale dell’estuario del Tago è un luogo di calma e tranquillità, molto popolare per il birdwatching, l’escursionismo e il ciclismo nelle zone circostanti.
Qui troviamo Evoa, uno spazio per la visita e il birdwatching costruito a Lezíria do Ribatejo. Le sue principali attrazioni sono il Centro di interpretazione, la laguna principale, la laguna poco profonda, la grande laguna, l’estuario del Tago, una delle dieci zone umide più importanti d’Europa, la più importante del Portogallo, essendo un luogo visitato ogni anno da 120mila uccelli. La motivazione principale di EVOA:

  • la conservazione dell’avifauna dell’estuario del Tago e della Lezíria di Vila Franca de Xira, creando le condizioni per attirare la maggiore diversità possibile di uccelli che si trovano nell’estuario e nella lezíria, le condizioni per il birdwatching, mantenendo la sua tranquillità, contribuendo alla diffusione l’importanza degli uccelli e facilitando il loro studio scientifico.
  • Aumentare la disponibilità di aree di rifugio delle maree per gli estuari svernanti. Aumentare le aree adatte alla nidificazione di diverse specie di uccelli acquatici.
  • Pubblicizzare i lavori di costruzione e conservazione di Lezíria Grande a Vila Franca de Xira.
  • Aumentare la consapevolezza dell’importanza della gestione dell’acqua, di cui Lezíria è un ottimo esempio,
  • e dimostrare un modello di autosostenibilità nella gestione della conservazione della natura.

In questa regione troviamo anche le Salinas do Samouco, un luogo di alimentazione, rifugio e nidificazione per migliaia di uccelli e il Corroios Tide Mill Centre, un mulino a marea costruito nel 1403 dove possiamo visitare l’ecomuseo con una mostra a lungo termine chiamata 600 Years of Grinding al Corroios Maré Mill.

Museo dei fiammiferi

Museu dos Fósforos: è un museo installato nel Convento de São Francisco a Tomar, dove si trova la più grande collezione di film d’Europa, iniziata nel 1953 da Aquiles de Mota Lima. Il Museo dei fiammiferi ospita una collezione di circa 43.000 scatole di fiammiferi, rappresentanti 122 paesi, dipinti famosi, strumenti musicali, film, star, gioielli e pietre preziose, miti e leggende. È un esempio della storia dell’arte grafica mondiale rappresentata in scatole di fiammiferi. Il Convento de São Francisco è un convento aperto nel 1242, trasformato in caserma militare nel XIX secolo. Le principali attrazioni del convento sono la facciata e il chiostro.

Alviela Live Science Center

Centro Alviela Ciência Viva – Carsoscope: è il centro Alviela dell’Agenzia Nazionale per la Cultura Scientifica e Tecnologica. Si tratta di un Live Science Center con l’obiettivo di valorizzare il patrimonio naturale della sorgente del fiume Alviela e del territorio circostante, risorsa strategica per la divulgazione scientifica e l’educazione ambientale. Le mostre interattive includono aspetti rilevanti del massiccio dell’Estremadura, del corso d’acqua, del calcare, delle grotte, dei pipistrelli e dell’inquinamento.

Pego da Rainha

Pego da Rainha: è un lago alimentato da una cascata naturale immerso nel verde della natura e della roccia, situato nei pressi di Mação. L’accesso avviene tramite l’Estradão Florestal Bica da Cabroeira, una strada sterrata a pochi metri di distanza.

Museo degli acquerelli di Roque Gameiro

Roque Gameiro Watercolour Museum: è un museo, molto apprezzato dal pubblico perché dedicato al 100% all’arte dell’acquerello, installato nella Casa dos Açores a Minde. Il Museo degli acquerelli di Roque Gameiro è dedicato all’arte dell’acquerello con una collezione di acquerelli di Alfredo Roque Gameiro e della Fondazione Calouste Gulbenkian.

Chiesa parrocchiale di Fátima

Chiesa Parrocchiale di Fátima: è una piccola chiesa situata a Fátima, nota per essere stata il luogo del battesimo dei tre pastorelli di Fátima.

Chiesa di Nossa Senhora do Castelo

Chiesa di Nossa Senhora do Castelo: è una chiesa ben conservata situata in alto, con una vista privilegiata sulla valle della Soraia, con il villaggio di Coruche, il fiume Sorraia e lezirie circostanti. Il tramonto che si gode da questo luogo è di una bellezza ineguagliabile.

Santuario del Santissimo Miracolo di Santarém

Santuário da Santíssimo Milagre de Santarém: conosciuta anche come Igreja de Santo Estêvão, è una chiesa del XIII secolo classificata Monumento Nazionale, situata nel centro della città di Santarém. La chiesa era conosciuta come Santuário do Santíssimo Milagre a causa del verificarsi di un miracolo nel 1226. L’architettura della chiesa ha influenze rinascimentali con note di manierismo e barocco a causa di una ristrutturazione durante il XVI secolo. La sua originale architettura gotica è stata distrutta a causa di un terremoto, lasciando solo due archi a sesto acuto dal transetto.

Museo interattivo “Il miracolo di Fatima”

Museo interattivo “O Milagre de Fátima”: è un museo situato vicino al Santuario di Fátima con un programma interattivo che racconta la storia del miracolo di Fátima e altri aspetti della Chiesa cattolica attraverso le tecnologie 3D.

Miradouro do Castro

Miradouro do Castro: è un belvedere situato sul lato della strada N348, con vista panoramica sul fiume Zêzere e sui dintorni della natura verdeggiante. In questo belvedere c’è uno spazio con tavoli e panche dove possiamo riposarci e goderci il paesaggio.

Museo della Consolata – Arte Sacra ed Etnologia

Museo della Consolata – Arte Sacra ed Etnologia: è un museo situato a Fátima con l’obiettivo di diffondere la storia di Cristo e le missioni religiose nel mondo. Il Museo della Consolata riunisce una collezione di arte sacra ed etnografia portoghese provenienti da vari paesi del mondo, con una collezione di presepi, immagini di Gesù Bambino e crocifissi del XIV e XX secolo.

Scale di Nossa Senhora da Piedade

Scale di Nossa Senhora da Piedade: sono un percorso costruito nel XIX secolo, con partenza dalla strada del Prado nella città di Tomar, composto da 24 rampe di scale, con circa 300 gradini (288) che consentono l’accesso a la Cappella, da dove abbiamo una fantastica vista sulla città di Tomar, il castello e il convento di Cristo. In cima alla scalinata troviamo la Cappella di Nossa Senhora da Piedade, una cappella del XIV secolo, ben restaurata e curata.

Castello di Torres Novas

Castello Torres Novas: è un castello medievale ben conservato classificato Monumento Nazionale, situato nel centro di Torres Novas vicino al fiume Almonda, in posizione dominante sulla città. Dalle mura del castello possiamo godere della vista sulla città. Il Castello Torres Novas è uno degli ex libris della città, merita una vista per la sua storia e l’eccellente posizione, offrendo una piacevole passeggiata nei suoi giardini e viste sulla città dalle sue mura.

Levada de Tomar

Levada de Tomar: è un museo situato vicino al Ponte Velha sul fiume Nabão a Tomar, composto dai primi mulini e mulini installati dai Templari nel XII e XIII secolo, dove dopo il 1901 la centrale elettrica che nutrì la città di Tomar. Levada de Tomar è un luogo lungo il fiume molto piacevole per un tour storico e culturale. Qui troviamo il Convento de Santa Iria, un convento della fine del XV secolo classificato come edificio di interesse pubblico, e il Ponte Velha sul fiume Nabão, con il suo nome originale Ponte de Dom Manuel , costruito su un precedente edificio romano.

Vila de Alcanena

Alcanena: capoluogo di contea di Ribatejo, è praticamente inserita nel Parco Naturale della Serra de Aires e Candeeiros. La principale curiosità di questo villaggio è l’ubicazione della fonte d’acqua che rifornisce Lisbona. Nel comune di Alcanena troviamo un patrimonio da visitare come il complesso Nascentes do Alviela, con la spiaggia fluviale, centro di interpretazione e campeggio, e la Mata de Minde. Le Nascentes do Alviela sono un sentiero che inizia a Olhos d’Água do Alviela, la sorgente del fiume Alviela, dove le acque salgono e raggiungono la superficie. La Nascente do Alviela è una delle principali fonti di approvvigionamento di Lisbona dal 1880 a causa della costruzione dell’acquedotto Alviela.

Sinagoga di Tomar

Sinagoga Tomar: è un edificio classificato monumento nazionale dove troviamo il Museu Luso-Hebraico Abraão Zacuto, situato nella vecchia sinagoga del vecchio quartiere ebraico del centro storico di Tomar. La Sinagoga Tomar è l’unico tempio ebraico di epoca rinascimentale attualmente esistente in Portogallo. L’interno dell’edificio è imponente con 4 colonne che rappresentano le madri di Israele: Sara, Raquel, Rebeca e Lea. Il soffitto è lavorato con 12 archi che simboleggiano 12 tribù di Israele.

Casa dell’Amministratore (Museo Civico di Ourém)

Casa do Administrador: e un polo del Museo Municipale di Ourém, un luogo dove hanno soggiornato i tre veggenti di Fátima Jacinta, Francisco e Lúcia tra il 13 e il 15 agosto 1917. Questo museo ritrae caratteristiche e realtà del comune di Ourém negli ultimi decenni attraverso ausili visivi adattati ai non vedenti, con disabilità cognitive e mobilità ridotta.

Funpark – Fátima Karting Track

Funpark – Kartódromo de Fátima: è una pista di kart situata sulla strada per Minde, con una superficie di oltre 200mila metri quadrati, compresa una pista di go-kart, campi che consentono l’arrampicata, scivoli, discesa in corda doppia , paintball e infrastrutture di supporto. Funpark – Kartódromo de Fátima offre servizi di organizzazione di eventi per gruppi.

Parco acquatico Santarém

Santarém Aquatic Park: è un complesso acquatico con una piscina ricreativa, con due giochi d’acqua e una cascata, una vasca idromassaggio, scivoli con 3 piste morbide e due tortuose, piscina con le onde, un baby splash e una piscina per bambini , e una piscina coperta di 25 metri con 8 corsie per eventi di nuoto ufficiali.

Aquagruta

Aquagruta: è un parco acquatico con piscina, aqualândia per bambini, 3 scivoli “slittini”, solarium, bar e terrazza. L’Aquagruta è incorniciato in uno spazio con Polje de Mira-Minde e Serra de Aire come sfondo.

Grotte di Lapas

Grotte di Lapas: sono un insieme di grotte esistenti in tutto il villaggio di Lapas classificate di interesse pubblico, originate dal massiccio calcareo e dall’azione carsica del fiume Almonda. Vicino alle grotte, vicino al fiume, sono stati trovati reperti neolitici e ossei. Si ritiene che le grotte servissero da rifugio per le persone che abitavano il Portogallo più di mille anni fa.

Jardim Horto de Camões

Jardim Horto de Camões: è un Jardim-Horto dedicato a Camões, un importante poeta portoghese. Nel Jardim Horto de Camões troviamo la statua di Luís de Camões accanto alla struttura in pietra con le date principali e i viaggi da Lisbona a Macao, passando per l’Africa e l’India, il belvedere di Zêzere da dove partiamo possiamo vedere godere di una fantastica vista sul fiume, il giardino dove possiamo tranquillamente goderci lo spazio e la sfera armillare di mezza tonnellata, offerta dalla Facoltà di Belle Arti di Lisbona, che segna il 500 ° anniversario dei portoghesi Scoperte descritte da Camões in “Os Lusíadas”. Il giardino si trova a Constância di fronte al fiume Tago e al suo affluente fiume Zêzere. A Constância troviamo il Centro Ciência Viva de Constância Planetário de Ptolomeu nell’auditorium all’aperto.

Fonte das Figueiras

Fonte das Figueiras: è una fontana del XIV secolo di architettura gotica, che serviva l’approvvigionamento idrico alle popolazioni nel medioevo portoghese. La fontana classificata Monumento Nazionale, si trova all’interno dell’antica cinta muraria che collegava la Porta de Atamarma, accesso a Marvila, a Ribeira, situata accanto al Tago.

Praia Fluvial do Carvoeiro

Praia Fluvial do Carvoeiro: situata a circa 25 minuti da Mação, include una piscina per bambini, attrezzature di supporto per persone con mobilità ridotta. La spiaggia fluviale di Carvoeiro è stata premiata nel 2014 con il Premio Bandiera Blu.

Spiaggia fluviale di Ortiga

Praia Fluvial de Ortiga: spiaggia fluviale situata nel comune di Mação include servizi come bar, ristorante, piscina galleggiante, molo, spogliatoi, posto medico, campeggio e parcheggio

Albufeira da Pracana

Albufeira da Pracana: diga situata sul fiume Ocreza costruita nel 1951. Permette attività sportive

Adega Cooperativa de Alcanhões

Adega Cooperativa de Alcanhões: cantina dove vengono prodotti i vini Cardeal D Guilherme, Terras do Paço e Adiafa, rendendo possibile la degustazione dei vini

Aeroporto di Santarém (LPSR)

Aeródromo de Santarém (LPSR): o Aerodromo Cosme Pedrogão – Pára-Clube de Santarém, è un aeroporto con una pista asfaltata che misura 1207 metri di lunghezza e 28 metri di larghezza, situato a circa quattro chilometri da Santarém, include il servizio di trasporto passeggeri e una scuola dove è possibile frequentare il corso pilota per il Brevet pilota di livello 1.

Altri punti di interesse

  • Quinta da Cardiga
  • Ollem Turismo Fluvial: è un’azienda con percorsi culturali e panoramici incorniciati dalla storia di Ribatejo.
  • Foresta Nazionale di Sete Montes: è un parco con 39 ettari di giardini ben curati, situato nel centro della città di Tomar, con collegamento al Castello di Tomar.
  • Cappella di São Pedro do Castro: è una chiesa classificata come proprietà di interesse pubblico situata sulla cima di una collina con una fantastica vista panoramica sulle montagne e sul fiume Zêzere.
  • Museu Vida de Cristo: è un museo delle cere a tema sulla vita di Gesù Cristo, situato a Fátima con 210 figure di cera, distribuite in 33 scene.

Villaggi, paesi e città da visitare vicino a Santarém

Abrantes

Abrantes: è una città situata nel distretto di Santarém con circa 10.000 abitanti. Ad Abrantes possiamo visitare il centro storico, l’Ecomuseo Martinchel, la diga di Castelo de Bode, il Parco urbano lungo il fiume di Abrantes, la Pinacoteca comunale e il Castello di Abrantes. Meritano di essere evidenziate le feste cittadine che si svolgono a maggio, poiché si svolgono le gare della Rua Floridas, che donano alla città una bellezza e un colore unici. Abrantes è anche noto per i suoi dolci, vale a dire la paglia Abrantes e le ciotole

Aldeia Água Travessa

Aldeia Água Travessa: è un villaggio situato a sud del comune di Abrantes. Água Travessa si distingue per il tipico paesaggio della brughiera di Ribatejo, con vaste pianure di foreste di querce da sughero per la produzione di sughero.

Villaggio di Aljustrel

Villaggio Aljustrel: è un villaggio situato nel comune di Ourém, dove possiamo visitare il Monte dos Valinhos e il Calvário Húngaro, le case dove vivevano i tre pastori che, secondo i credenti, furono testimoni di Nossa Senhora de Fátima .

Aldeia do Arripiado

Aldeia do Arripiado: è un villaggio situato nella parrocchia di Carregueira a nord del comune di Chamusca, dove inizia Lezíria do Ribatejo. Le principali attrattive di questa location sono i fiori che danno colore alle strade, le barche artigianali ed i ricami.

Aldeia das Caneiras

Aldeia das Caneiras: è un villaggio situato a circa tre km da Santarém, uno dei villaggi più tradizionali della cultura aviaria, che ha come elementi significativi la bateira avieira, un’imbarcazione fluviale tipica di questa regione di il fiume Tago, la ** casa Avieira, abitazioni costruite nella seconda metà del XIX secolo da famiglie di Vieira de Leiria, e la gastronomia tipica della zuppa di fiume, l’ombra, l’ombrina e la lampreda.

Aldeia de Entrevinhas

Aldeia de Entrevinhas: è un villaggio situato nel comune di Sardoal, si distingue per i vigneti di Quinta de Vale do Armo, il Moinhos de Entrevinhas e il Parque da Lapa.

Aldeia do Pereiro

Aldeia do Pereiro: è un villaggio situato nel comune di Mação, noto per le strade tipicamente decorate con fiori durante l’estate.

Villaggio di Santa Margarida da Coutada

Villaggio di Santa Margarida da Coutada: è un villaggio situato nel comune di Constância. È noto per il campo militare di Santa Margarida. Le sue principali attrazioni sono il giardino delle farfalle e i percorsi naturalistici ricercati per passeggiate e attività sportive.

Almeirim

Almeirim: è una città che ospita il comune di Ribatejo, si distingue per la sua storia e gastronomia. Il patrimonio della città comprende edifici come la Chiesa Parrocchiale di São João Batista, Quinta de Santa Marta, Praça de Toiros. La gastronomia tradizionale di Almeirim comprende specialità come Sopa da Pedra.

Cartaxo

Cartaxo: è una città situata a Ribatejo, un importante punto di passaggio, con case rurali, la Chiesa di São João Batista, la Cappella del Senhor dos Passos, la Crociera del Senhor dos Aflitos, Praça de Toiros, la Quinta das Pratas Sports and Cultural Complex e l’Ecomuseo Rurale e del Vino. I festival e le fiere più importanti di Cartaxo sono il Festival del vino, che si tiene ogni anno a maggio e la Feira dos Santos. Il comune di Cartaxo ha organizzato percorsi turistici, ovvero la Strada del Vino per visitare le aziende agricole, le cantine e le aziende agricole della regione.

Costanza

Constância: è un villaggio situato tra i fiumi Tago e Zêzere, il luogo che servì da ispirazione al poeta portoghese Luís Vaz de Camões per scrivere alcune delle opere. Il patrimonio di Constância è costituito dalla Chiesa di Nossa Senhora dos Mártires, dalla Chiesa della Misericordia, dalla Casa Memória de Camões e dal ponte di metallo sul fiume Zêzere di Gustavo Eiffel. Le feste più importanti di Constância sono la Festa di Nossa Senhora da Boa Viagem, con la processione delle barche che si tiene ogni anno in aprile, e le “Pormonas Camonianas” che ritraggono il periodo medievale e rendono omaggio a Camões che si tiene ogni anno a giugno.

Coruche

Coruche: è un paese situato sulla riva destra del fiume Sorraia, è uno dei centri agricoli più importanti del paese. A Coruche evidenziamo il paesaggio segnato dalla brughiera, le tenute di Mata-Lobos e Mata-Lobinhos, Quinta Grande e Praça de Toiros. Le feste e i pellegrinaggi che meritano di essere evidenziati in questa località sono le Giornate della Gastronomia, che si tengono ogni anno a ottobre, e la festa dei Sapori di Toiro Bravo, che si tiene ogni anno a maggio. Coruche è noto anche per le sue specialità gastronomiche, vale a dire: Canja de toriro bravo, Açorda de shad, Capra fritta con cacciatore, Febra e cachola di olio d’oliva e aceto, Farinheira de blood, Spiedini di vitello su bastoncino di alloro, Fava con pagnotte di vitello brava , Steak à Vítor Mendes, Torta alle noci, Areias do Sorraia e Azevias.

Dornes

Dornes: è un villaggio situato a Ferreira do Zêzere. È considerato uno dei borghi più belli del Portogallo, attraversando qui la Grande Strada del fiume Zêzere. Le sue principali attrazioni sono la chiesa, la gita in barca e la passeggiata lungo le rive del fiume Zêzere fino alla foce.

Ferreira do Zêzere

Ferreira do Zêzere: è una città situata in una zona di transizione tra le colline del Ribatejo e le montagne del Portogallo centrale, con paesaggi di una bellezza unica. La regione di Ferreira do Zêzere possiede un importante patrimonio umano e naturale, vale a dire la Chiesa Madre, la Cappella di São Pedro de Castro, la Torre Pentagonale, il Mulino Triangolare, la laguna blu e la diga di Castelo de Bode. L’artigianato di Ferreira do Zêzere comprende oggetti come vimini, trapunte e asciugamani realizzati su telai a mano. I punti salienti della gastronomia di Ferreira do Zêzere sono il budino di riso e il formaggio Areias.

Golegã

Golegã: è un villaggio bagnato dai fiumi Tago e Almonda noto in tutto il paese per essere la capitale portoghese del cavallo, dove a novembre si svolge la Fiera Nazionale del Cavallo che attira migliaia di persone visitatori. In questa fiera possiamo assaggiare la gastronomia tipica del Ribatejo e assaggiare l’Água-pé (vino di recente produzione). La fiera comprende attività legate ai cavalli, vale a dire cavalli lusitani e gare di attacco equestre, salti e giochi di baseball. Nel villaggio di Golegã possiamo visitare la Chiesa Madre, la Chiesa di Nossa Senhora dos Anjos, Quinta da Cardiga, lo Studio-Casa Carlos Relvas, il Museo di Pittura e Scultura Martins Correia e la Riserva Naturale Paúl do Boquilobo, dove è possibile incontra la più grande colonia di aironi della penisola iberica.

Rio Maior

Rio Maior: è una città situata tra la Serra dos Candeeiros e la pianura del Ribatejo. Nel comune di Rio Maior segnaliamo il villaggio di Alcobertas, la Igreja da Misericórdia e le Marinhas de Sal de Rio Maior, saline classificate come Proprietà di Interesse Pubblico perché uniche in Portogallo, sono note saline fin dal XII secolo alimentate da un pozzo che sgorga acqua 7 volte più salata dell’acqua di mare. Le fiere più importanti di Rio Maior sono la Fiera nazionale della cipolla – che si svolge ogni anno e comprende attività come la mostra delle cipolle e il concorso per il miglior cordone di cipolla – e la Feira das Tasquinhas – una fiera di gastronomia, artigianato e dolciumi che si svolge esegue annualmente

Posizione geografica di Santarém

Santarém si trova a circa 80 km da Lisbona, un’ora in auto o 41 minuti in treno. Situato nel quartiere di Ribatejo, sulla riva destra del fiume Tago, confina a nord con i quartieri di Castelo Branco e Leiria, a sud con i quartieri di Lisbona e Évora, a ovest con i quartieri di Leiria e Lisbona e i distretti di Portalegre ed Évora a est.

Città e paesi nel distretto di Santarém

Il distretto di Santarém è composto dalle città di: Abrantes, Almeirim, Cartaxo, Entroncamento, Fátima, Ourém, Rio Maior, Samora Correia, Santarém, Tomar, Torres Novas. E i villaggi di Alcanena, Alcanhões, Alcobertas, Alpiarça, Amiais de Baixo, Benavente, Benfica do Ribatejo, Caxarias, Chamusca, Constância, Coruche, Couço, Almeirim Farms, Ferreira do Zêzere, Freixianda, Glória do Ribatejo, , Mação, Marinhais, Marmeleira, Minde, Olival, Pontével, Riachos, Salvaterra de Magos, Sardoal, Tramagal, Tremês, Santarém Valley, Vila Chã de Ourique e Vila Nova da Barquinha.

Accesso a Santarém

Santarém è una città con un buon accesso stradale e ferroviario, collegata dall’autostrada A1 verso Lisbona, l’autostrada A6 verso Caia sul confine spagnolo, l’autostrada A23 verso Vilar Formoso sul confine spagnolo e l’autostrada A15 verso Caldas da Rainha e Óbidos

I fiumi e le montagne di Santarém

Il distretto di Santarém ha una delle migliori pianure alluvionali d’Europa e un gran numero di corsi d’acqua. I fiumi più importanti di Santarém sono il fiume Almonda, il fiume Alviela, il Rio Maior, il fiume Sorraia, il fiume Tago e il fiume Zêzere. Le catene montuose più importanti di Ribatejo sono Serra de Aire, Serra de Candeeiros e Serra de Montejunto.

L’economia di Santarém

Il distretto di Santarém è un luogo di molta industria, con l’industria conciaria, l’industria della ceramica, le industrie del legno, le industrie alimentari, le industrie chimiche, le industrie della cellulosa, le industrie dell’edilizia civile e l’industria del turismo, con un focus speciale sul Santuario di Nossa Senhora de Fátima, visitato ogni anno da diversi milioni di visitatori.
Per quanto riguarda le società industriali e di servizi, Ribatejo ha una area commerciale con cinque parchi industriali, vale a dire il Parque de Negócios de Abrantes, Parque de Negócios do Cartaxo, Parque de Negócios Rio Maior Business, Santarém Business Park e Torres Novas Business Park.
L’agricoltura di Santarém ha un impatto importante sull’economia della regione, che a causa dei fiumi circostanti, ha i terreni più fertili del Portogallo, con oltre 300mila ettari dedicati all’agricoltura irrigua, vale a dire la produzione di riso, essendo la regione del paese che produce la più grande quantità di riso Carolin, produzione di vino, produzione di olio d’oliva, la più grande produzione di pomodoro e mais del paese. A Ribatejo ci sono circa 110mila ettari di foresta, una quota del 10% del territorio nazionale. La foresta nel distretto di Santarém è composta da paesaggi di querce da sughero, l’albero della produzione del sughero. A Santarém vengono prodotte più di dieci milioni di uova a settimana e il 70% del prosciutto del paese.

La gastronomia di Santarém

I palati della campagna e di Lezíria si riflettono nella gastronomia. La cucina di Santarém comprende diverse specialità e sapori intensi, ovvero:

  • Spezzatino di anguilla
  • Costine di maiale con riso ai fagioli
  • Spiedini a Pau de Loureiro
  • Fataça arrostito sulla piastrella
  • Lapardana
  • Magusto con merluzzo arrosto
  • Pasta à Barrão
  • Bravo Bull Taco aromatizzato
  • Coscia di maiale arrosto
  • Sottaceti
  • Uova a fette
  • Shad fritto con açorda all’uovo
  • Zuppa di pesce
  • Zuppa sulla pietra
  • Almoster è inquietante
  • Celestiali di Santa Clara
  • Pampilhos

Vini Ribatejo: il distretto di Ribatejo comprende sei regioni di produzione vinicola delimitate: Tomar, Chamusca, Cartaxo, Almeirim, Santarém e Coruche, con enfasi sui seguenti vitigni: Arinto, Cabernet Sauvignon, Castelão, Fernão Pires, Merlot, Tália , Trincadeira, Touriga Nacional e Vital.

Santarém Handicrafts

L’artigianato Santarém è composto principalmente da articoli in legno, ricami, bunho, ceramica, vimini, sughero e prodotti in pelle.

Breve storia di Santarém

Santarém è stata popolata dal 4000 aC grazie alla sua eccellente posizione strategica. Diversi popoli occuparono questa regione, vale a dire fenici, greci, romani, alani e musulmani. Nel 1147 fu conquistata da D Afonso Henriques e integrata nel regno del Portogallo. Santarém era la residenza reale e la capitale del Portogallo durante il regno di D Afonso nel XIV secolo. Nel 1531 ci fu un terremoto che danneggiò parte della città. Dopo il 1640, Santarém è cresciuta economicamente a causa dell’attività commerciale sul fiume Tago. La capitale del quartiere Ribatejo è stata elevata alla categoria di città nel 1868, sperimentando un nuovo dinamismo economico che ha permesso l’avvio di importanti progetti, vale a dire il Passeio do Largo de Sá da Bandeira nel 1876, il Passeio da Rainha (ora Jardim da República ) nel 1877 e il Jardim das Portas do Sol nel 1902.
Alcuni importanti re e figure della società portoghese vissero a Santarém, vale a dire D Afonso III, D Afonso V, D João I, D João II, Pedro Álvares Cabral, lo scopritore del Brasile, e Luís Vaz de Camões, autore di “Os Lusíadas” .

Feste e pellegrinaggi di Santarém

Le feste e le fiere svolgono un ruolo importante nell’economia della regione di Santarém, in particolare:

  • Festas de São José: si tiene ogni anno il 19 marzo, giorno di San Giuseppe, patrono dei falegnami e degli artigiani
  • Expo Caça: si tiene ogni anno durante il mese di maggio
  • Fiera dell’agricoltura o Ribatejo: si tiene ogni anno all’inizio di giugno. È l’evento che attira il maggior numero di visitatori a Santarém. La Fiera dell’Agricoltura ha come principali attrazioni la gastronomia tipica di Ribatejo, lo spettacolo di Folkloric Ranchos e fandango.
  • Fiera del bestiame: si tiene ogni sabato
  • Fiera bisettimanale: si tiene ogni seconda e quarta domenica di ogni mese
  • Fiera dei Miracoli: si tiene nella seconda e terza settimana di ottobre
  • Festival Nazionale della Gastronomia: si tiene ogni anno nel mese di ottobre
  • Festival Internazionale del Folklore Celestino Graça: si tiene ogni anno a settembre

Fatti rapidi di Santarém

  • Popolazione del comune: circa 57mila abitanti
  • Il nativo di Santarém si chiama “Escalabitano” o “Santareno”
  • Superficie: 552,54 km2
  • Fondazione del Comune: 1095
  • Distretto: Santarém
  • Ex provincia: Ribatejo
  • Aeroporto: 1
  • Ospedali:
    • CUF Santarém Hospital
    • Ospedale distrettuale di Santarém,
  • Istruzione superiore:
    • Escola Superior de Educazione del Santarém Polytechnic Institute di Santarém,
      • ISLA – Istituto superiore di gestione e amministrazione di Santarém
Back to Top
error: